Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sinnova, Paci: la tradizione ad alta tecnologia carta vincente per occupazione e sviluppo. Piras: Ict settore trainante

"In una regione come la nostra, insulare, periferica e con pochi abitanti l'alta tecnologia e l'innovazione sono ancora più irrinunciabili per creare connessione", ha sottolineato Paci.
CAGLIARI, 6 OTTOBRE 2016 - Il capitale umano prima di tutto, l'innovazione tecnologica ormai irrinunciabile e le buone istituzioni, perché senza non si riesce a concretizzare idee e progetti. Per il vicepresidente della Regione, Raffaele Paci, la formula vincente per una svolta vera verso occupazione e sviluppo si basa su questi tre capisaldi.

LA FORMULA VINCENTE PER IL FUTURO - L'ha detto aprendo la quarta edizione di Sinnova all'ex Manifattura Tabacchi di Cagliari, il Salone dell'Innovazione nato in Sardegna e cresciuto con il contributo anche di imprese internazionali. Come quest'anno: ci sono Huawei, Microsoft, Amazon, Accenture, realtà importanti che hanno creduto e investito in Sardegna. "In una regione come la nostra, insulare, periferica e con pochi abitanti l'alta tecnologia e l'innovazione sono ancora più irrinunciabili per creare connessione", ha sottolineato Paci. "La Sardegna ha già un'alta propensione all'innovazione e all'alta tecnologia che, applicate a una tradizione forte ed esclusiva come quella sarda, ha un potenziale fortissimo con il valore aggiunto di una qualità della vita che non ha paragoni. Penso all'agroalimentare, e a come applicando l'alta tecnologia ai nostri prodotti tipici si possano esportare ovunque, e in generale a tutto il patrimonio del nostro saper fare. La sfida che la Regione oggi vuole vincere è questa. La scommessa è accompagnare il cittadino dalla nascita dell'idea fino alla sua elaborazione e al posizionamento sul mercato. Non è facile, le istituzioni non si cambiano da un giorno all'altro ma vogliamo fare della Regione una macchina veloce, rapida, che segue in tempo reale i cambiamenti del mondo globalizzato. Stiamo semplificando le leggi, riducendo la burocrazia, abbattendo i tempi di attesa, riportando i ragazzi nelle scuole con Iscola. Siamo capaci di attrarre venture Capital, abbiamo la strategia di specializzazione intelligente, l'Aerospazio: sappiamo bene quale può essere la collocazione della Sardegna in Italia e nel mondo, e possiamo raggiungere rapidamente l'obiettivo collegando tutti gli elementi della tradizione con l'innovazione, aprendoci all'esterno per dare risposte concrete ai nostri giovani nella loro terra".

UN FORUM PER IL CONFRONTO - "È un’edizione di Sinnova che si distingue fortemente dalle altre - ha detto l'assessore dell'Industria Maria Grazia Piras - Non soltanto importante vetrina sul meglio dell’innovazione ma anche luogo di scambi e di opportunità economiche grazie al Forum dell’ICT e agli incontri B2B tra imprese sarde e investitori nazionali ed esteri. Aver portato al Forum settanta aziende isolane e una cinquantina di operatori stranieri qualificati, dà la misura di quanto sia importante nel mondo e nella nostra regione questo settore. In Sardegna i numeri sono consistenti: 2.000 aziende e circa 7.000 addetti, un know how che si è accumulato nel tempo e capacità professionali molto avanzate. Per due giorni, alcune delle imprese più innovative dell’ICT potranno confrontarsi con soggetti internazionali con l’obiettivo di crescere e di consolidare la propria presenza sui mercati. Gli strumenti che abbiamo messo in campo grazie al programma di Internazionalizzazione stanno avendo un buon riscontro - ha aggiunto Piras - e, dopo i bandi destinati alle reti di impresa e alle associazioni di categoria, nelle prossime settimane emaneremo anche quelli per le singole imprese. Innovazione, tuttavia, come è stato rimarcato nel dibattito di oggi, significa anche migliorare le istituzioni e snellire la burocrazia a vantaggio dei cittadini e delle imprese che vogliono investire in Sardegna. La Giunta sta intervenendo su più settori per avere buone istituzioni. Lo testimonia anche il lavoro portato avanti sulla semplificazione amministrativa. Nei prossimi giorni, infatti, il Consiglio approverà il disegno di legge sulla Semplificazione presentato dall’esecutivo dopo ampio lavoro svolto in particolare dall’assessorato dell’Industria".