Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Educazione da zero a sei anni, Firino a Isili: la Regione affiancherà lo Stato negli interventi

“La progressiva evoluzione di questo servizio da sociale a educativo – ha aggiunto l’assessore Firino – è senz’altro positiva e deve essere accompagnata da un forte investimento da parte di tutti i livelli istituzionali. Per questo saremo vigili e propositivi nei tavoli nazionali in cui si discuterà l’attuazione della norma, anche in riferimento agli stanziamenti che prevederà il Governo, sulla base dei quali moduleremo le nostre misure di sostegno, oggi portate avanti dagli Assessorati dell’Istruzione e delle Politiche sociali.
Cultura
ISILI, 14 OTTOBRE 2016 - “Il tema della creazione di un sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino ai sei anni, previsto dalla Legge 107 del 2015, è un aspetto importante del percorso educativo dei bambini e di quella continuità didattica che è necessaria in ogni politica di lotta all’abbandono scolastico”. Lo ha detto questa mattina a Isili l’assessore della Pubblica istruzione Claudia Firino, intervenuta al convegno formativo sulla scuola dell’infanzia ‘Da zero a cento è tutta scuola’, organizzato dall’associazione Proteo Fare Sapere e dalla FLC-Cgil.

“La progressiva evoluzione di questo servizio da sociale a educativo – ha aggiunto l’assessore Firino – è senz’altro positiva e deve essere accompagnata da un forte investimento da parte di tutti i livelli istituzionali. Per questo saremo vigili e propositivi nei tavoli nazionali in cui si discuterà l’attuazione della norma, anche in riferimento agli stanziamenti che prevederà il Governo, sulla base dei quali moduleremo le nostre misure di sostegno, oggi portate avanti dagli Assessorati dell’Istruzione e delle Politiche sociali. Un elemento importante sarà l’organizzazione territoriale dei servizi, fattore chiave di tutti i nostri interventi sulla scuola, dall’edilizia al programma Tutti a Iscol@, per coinvolgere in una dimensione sovracomunale tutte le aree della nostra Isola e garantire a tutti i bambini e ragazzi gli stessi livelli di servizi e opportunità educative”.