Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Latte ovicaprino, accordo alimenta-blue river. Pigliaru e Falchi: passo in avanti importante per futuro export in Cina

"Sappiamo bene che la Sardegna ha i prodotti e altri hanno i mercati, ha evidenziato il presidente Pigliaru, l'incontro tra aziende sarde e investitori seri che condividono la nostra prospettiva, come in questa occasione, è un primo salto in avanti fondamentale per il nostro agroalimentare".
Industria del latte
CAGLIARI, 25 OTTOBRE 2016 - "Questo accordo è motivo di soddisfazione. Si tratta di un'iniziativa perfettamente coerente con le politiche di internazionalizzazione e attrazione degli investimenti che la Giunta sta portando avanti." Lo ha detto il presidente della Regione Francesco Pigliaru commentando la joint venture in "Alimenta Srl" tra la Minoter Spa del Gruppo Cualbu e Blue River Dairy, importante gruppo cinese nel settore del latte per l'infanzia. "Sappiamo bene che la Sardegna ha i prodotti e altri hanno i mercati", ha evidenziato il presidente Pigliaru, che nel pomeriggio ha incontrato i vertici delle società. "L'incontro tra aziende sarde e investitori seri che condividono la nostra prospettiva, come in questa occasione, è un primo salto in avanti fondamentale per il nostro agroalimentare. In particolare, è la dimostrazione che la diversificazione del prodotto, in questo caso il latte ovino, può trovare spazi nuovi e specifici all'interno di un mercato globale sempre più interessato al prodotto di qualità. Questa joint venture è un esempio concreto di ciò che abbiamo sempre auspicato e continuiamo a lavorare convintamente in questa direzione."

"Salutiamo un primo investimento estero così importante nel settore lattiero caseario sardo”, ha esordito l’assessora dell’Agricoltura Elisabetta Falchi intervenendo al T Hotel in occasione della firma odierna. “L’accordo si inserisce nella strategia della Giunta regionale che vuole rendere la Sardegna una terra sempre più favorevole agli investitori stranieri. In particolare, questa intesa è coerente con le potenzialità del nostro settore ovino, prevedendo la conversione in risorsa di un sottoprodotto come il siero e l’importanza centrale e fondamentale del latte ovino nella nostra economia, grazie al grande lavoro degli allevatori. Produciamo latte e formaggi di grande qualità, con tecniche innovative e attenzione per il benessere animale e l’ambiente, veri valori aggiunti delle nostre produzioni. Grazie a questo accordo possiamo portare la Sardegna sugli scaffali cinesi e mondiali e facciamo un ulteriore passo verso quel percorso condiviso tra amministrazione regionale e settore lattiero caseario per la diversificazione dei prodotti e dei mercati".