Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Frana a Dorgali, finanziamenti garantiti dalla Regione con la variazione di bilancio approvata in Consiglio. Tempi rapidi per i lavori

Regione, Anas e lo stesso Comune di Dorgali si sono immediatamente attivati per analizzare il fenomeno, attraverso personale specializzato, geologi rocciatori esperti, in modo da avere un quadro il più preciso possibile delle dinamiche che hanno innescato la frana, per verificare l’eventualità di altre frane e per definire l’importo necessario alla messa in sicurezza e alla riapertura del tratto di strada
viabilità, strada statale
CAGLIARI, 6 DICEMBRE 2016 - La procedura d’urgenza per la riapertura del tratto di 125 franata all’altezza di Dorgali è stata da tempo attivata da Regione e Anas con la stipula di un protocollo d’intesa che coinvolge anche il Comune di Dorgali. Anche l’importo necessario all’intervento, un milione di euro, è già disponibile: 300mila euro sono messi a disposizione da Anas, gli altri 700mila dalla Regione attraverso la Variazione di bilancio approvata dalla Commissione Bilancio presieduta da Franco Sabatini prima e dall’aula del Consiglio regionale venerdì scorso. Tutto il percorso è perciò definito:. Il protocollo d’intesa è necessario per consentire ad Anas di intervenire anche nella fase della messa in sicurezza, che dovrebbe competere al Comune, per garantire tempi più rapidi. Subito dopo l’ultimo via libera al protocollo d’intesa da parte del Ministero si procederà con la gara e con l’aggiudicazione dei lavori.

Regione, Anas e lo stesso Comune di Dorgali si sono immediatamente attivati per analizzare il fenomeno, attraverso personale specializzato, geologi rocciatori esperti, in modo da avere un quadro il più preciso possibile delle dinamiche che hanno innescato la frana, per verificare l’eventualità di altre frane e per definire l’importo necessario alla messa in sicurezza e alla riapertura del tratto di strada. La Regione ha garantito la maggior parte delle risorse e Anas assicura che i lavori saranno portati a termine in tempi rapidi con il ripristino del doppio senso di marcia nel tratto interrotto. “Le polemiche non ci interessano – dice l’assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda - Lavoriamo sodo, su questo come su altri temi, con l’unico obiettivo di raggiungere il miglior risultato nel più breve tempo possibile”.