Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sbs, bonifiche ferraresi si presenta al territorio. Paci: investimento strategico per far crescere il territorio. Caria: agricoltura nostro punto di forza

"L'arrivo di Bonifiche Ferraresi è una grande opportunità. Stiamo riportando in vita terreni abbandonati da oltre dieci anni e garantendo tutti i posti di lavoro, ma questo è solo l'inizio", dice Paci.
Agricoltura ambiente
ARBOREA, 10 MARZO 2017 - Presentazione ufficiale e primo esordio di Bonifiche Ferraresi ad Arborea dopo l'acquisto di una parte di Sbs, Bonifiche sarde SPA in liquidazione. Il vicepresidente della Regione Raffaele Paci, che ha condotto e chiuso l'operazione di vendita esattamente un mese fa, ha incontrato nella sala consiliare del Municipio con il sindaco Manuela Pintus gli amministratori dei Comuni coinvolti dall'investimento insieme al neo assessore dell'Agricoltura Pier Luigi Caria e all'amministratore delegato di Bonifiche Ferraresi Federico Vecchioni.

SINERGIA CON LE IMPRESE LOCALI PER FARE FILIERA. "L'arrivo di Bonifiche Ferraresi è una grande opportunità. Stiamo riportando in vita terreni abbandonati da oltre dieci anni e garantendo tutti i posti di lavoro, ma questo è solo l'inizio - dice Paci -. Sono sicuro che intorno a questo importante partner si possano aggregare tutti gli imprenditori del territorio per fare sinergia e filiera. Vogliamo restituire tutti i terreni al territorio, terreni che siano produttivi e creino ricchezza e occupazione. Bonifiche Ferraresi, con le nuove tecnologie e l'innovazione che porterà dentro Sbs, faciliterà poi la diffusione nel territorio di quelle nuove competenze indispensabili per garantire alla nostra agricoltura il salto di qualità di cui ha bisogno per diventare, e ne ha tutte le potenzialità, il volano dell'economia della Sardegna".

L'OFFERTA CHE HA SALVATO TERRENI E OCCUPAZIONE. Durante l'incontro è più volte emersa la forte volontà di Bonifiche Ferraresi di integrarsi perfettamente col territorio, rispettandone l'identità e valorizzandone caratteristiche e punti di forza, con un piano che porti ricadute positive ad ampio raggio sul territorio. Bonifiche Ferraresi, società guidata dall'amministratore delegato Federico Vecchioni, la più grande azienda agricola italiana per superficie agricola utilizzata, ha accettato tutte le condizioni contenute nell'ultimo bando, a cominciare dal prezzo di vendita: 9 milioni e mezzo di euro per diventare proprietari di un'azienda con strutture e stalle, magazzini, uffici e terreni (573 ettari tra Arborea e Terralba e altri 429 ettari di provenienza Laore in concessione per 15 anni, in due corpi fondiari tra Marrubiu, Terralba, Santa Giusta e Arborea) attrezzature e, appunto, 26 dipendenti tutti riassorbiti nella nuova azienda, che ha già annunciato altri importanti investimenti.

SETTORE STRATEGICO PER LA GIUNTA. "Vogliamo valorizzare le attività dell’assessorato dell’Agricoltura, che per la Giunta è settore fondamentale per il rilancio dell’economia, sfruttando al meglio tutte le energie delle proprie strutture - sottolinea l’assessore Caria -. Arborea è un luogo strategico per il comparto, come dimostra anche la volontà di investire in questa zona della Sardegna da parte di una società così importante. Sull’accordo con Bonifiche Ferraresi va il mio plauso al lavoro fatto dagli uffici dell’Agenzia Laore. Il prossimo 24 marzo – ha concluso il titolare dell’Agricoltura – tornerò qui a incontrare gli amministratori e gli operatori del territorio per definire insieme i prossimi interventi utili al rilancio del comparto".