Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Tonno rosso, Caria scrive a Lorenzin per l’apertura di un Pif anche a Olbia

"Si ritiene auspicabile - ha concluso Pier Luigi Caria - un intervento da parte del Ministero della Salute, in raccordo con l'assessorato regionale dell'Igiene e Sanità, teso a trovare una rapida soluzione, in merito alla criticità segnalata, con l'istituzione di un PIF anche nell'area portuale di Olbia".
tonno
CAGLIARI, 5 APRILE 2017 - L'assessore dell'Agricoltura, con delega sulla Pesca, Pier Luigi Caria ha scritto al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, per segnalare le problematiche relative all'ubicazione in Sardegna degli uffici veterinari preposti ai controlli igienico-sanitari sul tonno rosso importato da Paesi terzi. "Si rileva - ha scritto Caria - che l'unico Ufficio veterinario di Ispezione frontaliera (PIF), di competenza del ministero della Salute, è allocato nel porto di Cagliari, mentre non risulta altra struttura analoga, nemmeno temporanea, nel nord Sardegna e in particolare nel porto di Olbia".

Sempre sulla lettera inviata a Roma, e per conoscenza anche all’assessorato regionale della Sanità, si legge che "la città di Olbia esprime una importantissima realtà industriale di trasformazione del tonno, la ÀS do MAR, che sul territorio assolve a un fondamentale compito di carattere sociale ed economico garantendo, direttamente o attraverso l’indotto, centinaia di posti di lavoro".

L’esponente della Giunta Pigliaru ha poi spiegato alla Ministra che "si è in presenza di una rinnovata strategia aziendale da parte della ÀS do MAR che, da quest’anno, ha scelto di riutilizzare i mercantili in banchina a Olbia e non più i container, con la prospettiva di aumentare la produzione e quindi l’occupazione. "Si ritiene pertanto auspicabile - ha concluso Pier Luigi Caria - un intervento da parte del ministero della Salute, in raccordo con l’assessorato regionale dell'Igiene e Sanità, teso a trovare una rapida soluzione, in merito alla criticità segnalata, con l'istituzione di un PIF anche nell’area portuale di Olbia”.