Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Forum Pa, Regione Sardegna premiata a Roma per progetti su Sportello unico dei servizi e Social wall. Spanu: buon punto di partenza

I progetti che hanno meritato il premio alla manifestazione sull'innovazione della Pubblica Amministrazione, quest'anno dedicata alla PA sostenibile, sono lo Sportello unico dei servizi e il Social Wall.
Palazzo della Regione
CAGLIARI, 25 MAGGIO 2017 - La Regione Sardegna ha ricevuto due riconoscimenti ufficiali questa mattina a Roma, nel corso della 28esima edizione del Forum PA alla quale ha partecipato anche l’assessore degli Affari generali Filippo Spanu. I progetti che hanno meritato il premio alla manifestazione sull’innovazione della Pubblica Amministrazione, quest’anno dedicata alla PA sostenibile, sono lo Sportello unico dei servizi e il Social Wall.
Sportello unico dei servizi (SUS). È un ulteriore tassello che consente di rendere disponibili su tutti gli strumenti di comunicazione, compresi gli smartphone, i servizi della Regione Sardegna. L’Amministrazione regionale offre altri servizi attraverso gli strumenti del ‘pago Pa’ (pagamenti interni alla Pubblica amministrazione), il Suape e il Sira. Il SUS mette in linea 134 servizi tramite il web. Nei prossimi mesi si chiuderà il cerchio con l’attivazione del nuovo sistema dei portali della Regione che renderà disponibili in modo più agevole informazioni, oltre che i servizi, su tutti gli strumenti di comunicazione e anche su un semplice smartphone.
"Si tratta di un riconoscimento importante - commenta l’assessore Spanu - tuttavia la legittima soddisfazione di oggi non deve farci dimenticare le prossime tappe. Il premio infatti è un incoraggiamento a raggiungere l’obiettivo di rendere disponibile tutto il sistema dei servizi della PA ai cittadini. Siamo incoraggiati a compiere il passo decisivo verso l’obiettivo finale".
Social Wall per la PA. Questo progetto propone un prodotto multimediale (hardware e software) mutuato da una tecnologia in fase di brevettazione del Centro di ricerca, sviluppo e studi superiori in Sardegna (CRS4), al fine di arricchire i canali e le classiche metodologie comunicative fino ad oggi usate con la collettività. Con questa tecnologia è possibile realizzare un sistema multimediale per erogare servizi web multi-utente attraverso una superficie piana di qualsiasi materiale e dimensione (persino di un palazzo), resa interattiva da un apposito hardware, sulla quale le informazioni possono essere condivise e trattate contemporaneamente da più persone anche, ma non esclusivamente, mediante i tipici canali social ed attraverso interazioni manipolative o gestuali. Prende così forma il concetto di ‘muro sociale interattivo’. Le pareti interattive scelte per la realizzazione del progetto sono di vetro, materiale con il quale dovrebbero essere costruiti i muri degli edifici della Pubblica Amministrazione, evocando in tal modo l’avvio di una nuova era della trasparenza nella PA.