Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Attentato Villacidro. Pigliaru telefona a sindaca Cabriolu. Videosorveglianza, presto criteri per rispondere alle situazioni più critiche

"Le sue parole piene di coraggio e di fiducia sono ammirevoli e ci danno testimonianza, ancora una volta, della forza e la determinazione con cui i nostri amministratori locali affrontano questo clima di barbarie che si sta facendo ogni giorno più pesante." Così Pigliaru.
Villacidro - panoramica
CAGLIARI, 27 MAGGIO 2017 - "Ho parlato a lungo con Marta Cabriolu e le ho espresso la ferma condanna per vile gesto subito e la vicinanza e il sostegno della Giunta regionale". Lo ha detto il presidente della Regione Francesco Pigliaru, che ha telefonato alla sindaca di Villacidro, vittima questa notte di un attentato incendiario.

"Le sue parole piene di coraggio e di fiducia sono ammirevoli e ci danno testimonianza, ancora una volta, della forza e la determinazione con cui i nostri amministratori locali affrontano questo clima di barbarie che si sta facendo ogni giorno più pesante. Ieri le minacce al sindaco di Siniscola, oggi questa violenza nei confronti di un’altra rappresentante delle istituzioni nel territorio. Ed è un gesto che, se possibile, offende ancora di più, rivolto come è stato verso un amministratore giovane e donna, Si è passato qualunque segno. Come ha detto il presidente del Consiglio Ganau, la seduta speciale della Conferenza permanente Regione - Enti Locali si terrà presto. Noi facciamo la nostra parte - ha concluso il presidente Pigliaru -, ma lo Stato faccia la sua. I nostri territori hanno bisogno di tutta l'attenzione che gli è dovuta: è una questione di civiltà e di democrazia".

L'assessore degli Affari generali Filippo Spanu ricorda il lavoro portato avanti dalla Regione sul fronte della rete di videosorveglianza. “Siamo consapevoli che molti sforzi dovranno essere compiuti per la diffusione della videosorveglianza, che è già in avanzamento in più di cento Comuni”, spiega Spanu. “Per le nuove azioni, contiamo di condividere a breve con l'ANCI criteri che rispondano più immediatamente alle situazioni più critiche”.