Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Quorum non raggiunto, commissari straordinari a Palau, Chiaramonti e Magomadas. Erriu: un fatto preoccupante

"È una situazione preoccupante - sottolinea l'assessore Erriu - perché denota una elevata disaffezione dei cittadini nei confronti della vita democratica e della politica, quest’ultima intesa come partecipazione nell'amministrazione del bene pubblico".
elezioni e referendum
CAGLIARI, 13 GIUGNO 2017 - Il mancato raggiungimento del quorum alle Amministrative dell'11 giugno in tre Comuni sardi (Palau, Chiaramonti e Magomadas) ha costretto la Giunta regionale a nominare altrettanti commissari straordinari per la gestione provvisoria. Nel primo caso proseguirà l'attività il commissario Mario Carta, già segretario generale della Provincia di Olbia Tempio, nominato il 17 marzo scorso in seguito alle contemporanee dimissioni del sindaco e del vicesindaco. Il Comune di Magomadas (provincia di Oristano), su proposta dell’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu, è stato affidato a Paolo Puddu, dirigente regionale in quiescenza; quello di Chiaramonti (provincia di Sassari) sarà guidato da Giovanni Maria Retanda, già segretario comunale.
"È una situazione preoccupante – sottolinea l’assessore Erriu – perché denota una elevata disaffezione dei cittadini nei confronti della vita democratica e della politica, quest’ultima intesa come partecipazione nell'amministrazione del bene pubblico. In questi paesi non è stata sufficiente neppure la presentazione di una sola lista, un fatto di per sé negativo ma che solitamente consente perlomeno di eleggere i propri rappresentanti. Se il limite del 50% non basta più a garantire l’elezione di un sindaco e di un Consiglio comunale, significa che dobbiamo trovare in tempi brevi le soluzioni politiche per garantire la piena partecipazione democratica dei cittadini”.
Il Presidente Francesco Pigliaru disporrà con propri decreti le nomine dei tre commissari straordinari.