Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Campagna antincendi, Spano e Anci: stretta sinergia e coordinamento

"Con questo tavolo stiamo rafforzando il Sistema regionale, di cui anche i Comuni fanno parte, stringendo un rapporto ancora più forte con le amministrazioni locali, basato sulla massima condivisione e coordinamento". così ha detto l'assessora Spano.
antincendio
CAGLIARI, 6 LUGLIO 2017 - Una più stretta collaborazione con le Amministrazioni comunali sarde all'insegna della prevenzione, del contrasto agli incendi e della sicurezza delle popolazioni. È il risultato del primo tavolo aperto con l’Anci Sardegna convocato dall’assessora con delega alla Protezione civile Donatella Spano. All'indomani del primo mese di campagna antincendio la riunione operativa si è tenuta alla presenza oltre che dell’assessora, del presidente dell'Anci Sardegna Emiliano Deiana, del direttore della Protezione civile Graziano Nudda, del comandante del Corpo forestale e di vigilanza ambientale Gavino Diana, dell’amministratore unico dell’Agenzia Forestas Giuseppe Pulina, del presidente e del vicepresidente della Rappresentanza regionale del volontariato di Protezione civile, Paolo Merella e Pierpaolo Emmolo. Presenti inoltre i sindaci Daniela Falconi (Fonni), Giovanni Porcu (Galtellì), Agostino Piredda (Luogosanto), Angelo Sini (Pattada), Debora Porrà (Villamassargia), l’assessora alla Innovazione tecnologica e comunicazione istituzionale del Comune di Cagliari, Claudia Medda, e i funzionari della Protezione civile.
Sottolinea l’importanza del coordinamento l’assessora Spano: "Con questo tavolo stiamo rafforzando il Sistema regionale, di cui anche i Comuni fanno parte, stringendo un rapporto ancora più forte con le amministrazioni locali, basato sulla massima condivisione e coordinamento”. Il comandante del Corpo forestale ha ricordato quanto sia essenziale il puntuale scambio delle informazioni per tutte le attività antincendio. Il direttore della Protezione civile ha sottolineato l’importanza di affidare ai barracelli i mezzi acquistati nei territori con i fondi dell’Assessorato dell’Agricoltura. Rinnovata, inoltre, tutta la disponibilità nel coinvolgimento di Anci Sardegna al tavolo del Piano regionale di Protezione civile per il rischio idraulico e il rischio idrogeologico.
Per il presidente regionale dell'Anci la strada è quella dei gruppi di lavoro interni all’associazione che guida e di un documento operativo sulle diverse azioni da portare avanti insieme: "Apprezzo l’apertura dell’assessora Spano che ha coinvolto l’Anci e le Amministrazioni comunali. L'obiettivo è rafforzare i piani comunali di protezione civile facendoli evolvere a livello sovracomunale con il lavoro dell’Unione dei Comuni”, afferma Emiliano Deiana.
La titolare regionale dell’Ambiente accoglie molto positivamente le parole del presidente dell’Anci: "La proposta operativa ci consente di lavorare congiuntamente sui diversi fronti in cui è impegnata la Protezione civile regionale e locale e di perseguire un comune obiettivo di sicurezza".