Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sito istituzionale Regione Sardegna, più agevole la navigazione per smartphone e tablet

L’intervento, realizzato da Sardegnait (società in house della Regione) ha riguardato l’adeguamento del substrato tecnologico attraverso l'utilizzo di funzionalità e tecniche di Responsive web design per soddisfare le esigenze degli utenti di una più adeguata fruizione dei contenuti e dei servizi tramite l’impiego di dispositivi smartphone e tablet diversi dal PC Desktop.
Cagliari, 22 luglio 2017 - Novità per il sito istituzionale della Regione Sardegna. Da lunedì 24 luglio sarà infatti on line con la versione che rende più agevole la navigazione su smartphone e tablet.
Prende così avvio concretamente un processo di ridefinizione e modernizzazione del sito www.regione.sardegna.it e del sistema dei portali per giungere al pieno allineamento con le Linee guida dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID).

L’intervento, realizzato da Sardegnait (società in house della Regione) ha riguardato l’adeguamento del substrato tecnologico attraverso l'utilizzo di funzionalità e tecniche di Responsive web design per soddisfare le esigenze degli utenti di una più adeguata fruizione dei contenuti e dei servizi tramite l’impiego di dispositivi smartphone e tablet diversi dal PC Desktop.
L’adeguamento ha richiesto, inoltre, il restyling della presentazione delle notizie e delle informazioni inserite nella home page del portale. Non è stata invece per ora modificata la strutturazione dei contenuti e dei servizi all’interno del sito.

“Tale intervento -ha dichiarato l’assessore degli Affari Generali Filippo Spanu- ,pur inserendosi nel percorso evolutivo di recepimento delle “Linee guida di design per i servizi web della PA” dell’Agenzia per l’Italia Digitale, rappresenta una tappa intermedia verso la definizione di una più organica e complessiva re-ingegnerizzazione e verso la definizione di un nuovo modello e sistema di comunicazione che possa consentire l’accoglimento sia delle indicazioni dell’AGID attualmente disponibili e in fase di consolidamento, sia delle nuove esigenze e opportunità emerse dall’evoluzione del contesto tecnologico”