Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Variazione di bilancio, un milione in più per le calamità naturali e soldi per agricoltura, province, sport, turismo, Vigili del fuoco. Paci: 22 milioni disponibili grazie a un'intensa spending review

"Siamo soddisfatti di questa prima variazione che ci permette di dare già alcune importanti risposte alle richieste più urgenti, e allo stesso tempo con questo disegno di legge prevediamo l'abrogazione di alcune norme impugnate dallo Stato per evitare il contenzioso, oltre a una serie di variazioni compensative interne agli stanziamenti degli assessorati", dice l'assessore del Bilancio Paci.
CAGLIARI, 1 AGOSTO 2017 - C'è anche un milione di euro in più per gli interventi a seguito dei danni causati da nubifragi, incendi, trombe d'aria e nevicate del 2016 nella variazione di bilancio da 22 milioni di euro deliberata dalla Giunta e approvata oggi dal Consiglio regionale. Una somma che va ad aggiungersi ai 2 e mezzo già stanziati con la Finanziaria e che porta a 3 e mezzo i milioni che la Protezione Civile destinerà ai Comuni che hanno subito danni a causa di calamità naturali. Nella variazione di bilancio, la prima a cui seguiranno altre in base alle disponibilità di risorse, ci sono anche 10 milioni destinati a Enas per il pagamento dei costi energetici dei Consorzi di bonifica, anche questo un importante aiuto economico per gli agricoltori.

Una somma che va ad aggiungersi ai 2 e mezzo già stanziati con la Finanziaria e che porta a 3 e mezzo i milioni che la Protezione Civile destinerà ai Comuni che hanno subito danni a causa di calamità naturali.

Quattro milioni aiuteranno le Province a svolgere le loro importanti funzioni nonostante i continui e corposi tagli da parte dello Stato; 1 milione sarà disponibile per gli eventi turistici, 800mila euro permetteranno alle società sportive di svolgere i campionati nazionali, 170mila euro finanzieranno l’attività dei vigili del fuoco. Per quanto riguarda le spese obbligatorie, 2 milioni e 650mila euro vanno al Fondo spese obbligatorie e 2 milioni e 300 al Fondo passività potenziali.

"Siamo soddisfatti di questa prima variazione che ci permette di dare già alcune importanti risposte alle richieste più urgenti, e allo stesso tempo con questo disegno di legge prevediamo l’abrogazione di alcune norme impugnate dallo Stato per evitare il contenzioso, oltre a una serie di variazioni compensative interne agli stanziamenti degli assessorati”, dice l’assessore del Bilancio Raffaele Paci. "Sono risorse che siamo riusciti a rendere disponibili grazie a una intensa e impegnativa opera di spending review attraverso la chiusura di conti regionali che non erano più utilizzati da tanti anni, un’opera di ripulitura che ha visto gli uffici costantemente impegnati per mesi interi.

Questo non facile lavoro ci permette oggi di dare risposte alle esigenze più urgenti, dai Consorzi di Bonifica alle Province, dai Vigili del fuoco, fondamentali nella campagna antincendi che in questo periodo sta vivendo il suo picco e che vede la Giunta fortemente impegnata, agli eventi turistici e sportivi che oltre a interessare tanti sardi sono un mezzo per promuovere e far conoscere la Sardegna. Allo stesso tempo assolviamo a obblighi di legge già determinati e continuiamo a mettere ordine nel bilancio regionale con grande impegno e trasparenza. Ora lavoreremo per recuperare altre risorse che ci permettano nei prossimi mesi di intervenire ancora nelle situazioni che più ne hanno bisogno", conclude Paci.