Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Chimica verde, Pigliaru e Piras a Sassari per fare il punto sullo stato dell'accordo del 2011 con sindaci e sindacati dopo il nuovo impegno di Eni

Al centro della riunione, la condivisione sullo stato dell’arte del progetto sulla Chimica verde, a seguito del pressing esercitato da parte della Regione su Eni dopo lo stallo sull'accordo del 2011, e del risultato ottenuto con il rinnovato impegno da parte della multinazionale. "I risultati sono arrivati, la fiducia negli investimenti di chimica verde è molto più alta di prima”, ha detto il presidente Pigliaru.
SASSARI, 3 AGOSTO 2017 - Ha avuto luogo questa mattina, nella sede sassarese della Regione Sardegna, l'incontro tra il presidente Francesco Pigliaru, insieme all’assessora dell'Industria Maria Grazia Piras, e i sindaci dei comuni di Sassari, Nicola Sanna, di Alghero, Mario Bruno e di Porto Torres Sean Wheeler, l'amministratore straordinario della provincia di Sassari Guido Sechi e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Al centro della riunione, la condivisione sullo stato dell’arte del progetto sulla Chimica verde, a seguito del pressing esercitato da parte della Regione su Eni dopo lo stallo sull’accordo del 2011, e del risultato ottenuto con il rinnovato impegno da parte della multinazionale.

"I risultati sono arrivati, la fiducia negli investimenti di chimica verde è molto più alta di prima”, ha detto il presidente Pigliaru. "Adesso è importante fare l'ultimo passaggio tutti assieme, fino a che non avremo un Accordo di Programma Quadro credibile, preciso nei tempi, nelle risorse e nei posti di lavoro che verranno creati. Oggi – ha proseguito il presidente della Regione - abbiamo condiviso il fatto che siamo sulla strada giusta. Abbiamo recuperato la prospettiva per favorire lo sviluppo di un progetto che, come abbiamo sempre detto, è fondamentale non solo per la Sardegna ma per tutta per l’Italia: il settore è molto promettente, è un’opportunità per tutti. Il futuro – ha concluso Francesco Pigliaru - è industriale e innovativo. In questo momento è importante più che mai il coinvolgimento del territorio con i suoi rappresentanti per questa grande scommessa, dopo il forte lavoro fatto con il governo nazionale".