Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Commercio, pubblicato il bando per i contributi ai Centri commerciali naturali. Domande dal 4 settembre

“Era una misura richiesta da tempo – commenta l’assessora del Commercio, Turismo e Artigianato Barbara Argiolas – ed è finalmente operativa, dopo che pochi giorni fa è stata pubblicata l’apertura delle iscrizioni all’elenco regionale dei Centri commerciali naturali, condizione necessaria per accedere ai contributi”.
Assessorato al Turismo
Cagliari, 7 agosto 2017 - Pubblicato sul sito della Regione il bando per la concessione di contributi a favore dei Centri commerciali naturali (CCN) relativo al programma annuale 1 luglio 2017/30 giugno 2018. Sono disponibili 1,5 milioni di euro per il rilancio delle attività promozionali, di marketing e di comunicazione dei CCN: “Era una misura richiesta da tempo – commenta l’assessora del Commercio, Turismo e Artigianato Barbara Argiolas – ed è finalmente operativa, dopo che pochi giorni fa è stata pubblicata l’apertura delle iscrizioni all’elenco regionale dei Centri commerciali naturali, condizione necessaria per accedere ai contributi”.

Sostegno rapido. “Siamo in prima linea – spiega la titolare dell’Assessorato - per supportare l’attività del commercio, che è di fondamentale importanza in un’isola come la nostra. Il piccolo commercio svolge infatti un ruolo economico ma è anche un presidio della comunità, soprattutto nei centri storici e nei paesi a rischio spopolamento perché è fondamentale per rivitalizzare gli spazi urbani e combattere il degrado. Per dare un sostegno rapido a questa responsabilità, abbiamo scelto di destinare subito 1,5 milioni di euro sui 3 milioni stanziati per le annualità 2017, 2018 e 2019 per soddisfare le richieste fino al 30 giugno 2018 e di utilizzare la procedura a sportello, in modo da venire subito incontro alle progettualità.”

Le spese ammissibili. Sono ammissibili le seguenti categorie di spesa: azioni di fidelizzazione e direct marketing, manifestazioni, animazioni, iniziative di pubblicità e comunicazione, servizi diretti all’utenza, interventi di valorizzazione architettonica, implementazione di infrastrutture e mobilità territoriale, consulenze organizzazione, programmazione e contabilità. I contributi sono concessi, secondo quanto disposto dalla legge 5 del 2006, fino al 70% delle spese ritenute ammissibili e il tetto massimo è fissato a 40 mila euro: entro questo limite, ogni CCN potrà presentare al massimo tre domande nel corso del programma annuale (che, come detto per quest’annualità si conclude al 30 giugno 2018).

Favorire aggregazione. “Vogliamo favorire la competitività degli associati e l’aggregazione tra le imprese e vogliamo anche che i progetti di rilancio dei CCN abbiano respiro e possano programmare attività in un intervallo di 12 mesi - dice Argiolas -. Dobbiamo preservare quella dimensione umana e sociale delle attività commerciali e artigianali di vicinato, che assicurano la vivibilità dei piccoli centri e dei quartieri e contribuiscono a mantenere viva quell’autenticità delle nostre comunità che è un valore aggiungo anche per chi arriva a visitarle”.

La domanda per accedere ai benefici dovrà essere presentata eslusivamente via PEC a partire dal 4 settembre 2017 e fino alle ore 24 del 30 giugno 2018. Il bando e tutta la modulistica sono disponibili all'indirizzo: https://goo.gl/NDTmo6