Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Lingua blu, riunione Unità di crisi. Servizi veterinari procedono a vaccinazioni

Si è riunita questa mattina, nella sede dell’Osservatorio epidemiologico veterinario regionale, l’Unità di crisi per la lingua blu, composta dai rappresentanti del Ministero della Salute, dell’Assessorato regionale della Sanità, dell’Istituto zooprofilattico della Sardegna, dell’Ats.
pecore
CAGLIARI, 30 AGOSTO 2017 – Si è riunita questa mattina, nella sede dell’Osservatorio epidemiologico veterinario regionale, l’Unità di crisi per la lingua blu, composta dai rappresentanti del Ministero della Salute, dell’Assessorato regionale della Sanità, dell’Istituto zooprofilattico della Sardegna, dell’Ats.

Nel corso dell’incontro è stato fatto il punto sull’epidemia di lingua blu del sierotipo 4 scoppiata in Ogliastra: sono decine di focolai registrati, tra Bari Sardo, Cardedu, Jerzu, Lanusei, Loceri, Tertenia, Ilbono, Villagrande Strisaili, 3 mila le pecore malate, 25 i capi morti.

Per evitare la diffusione della malattia si sta procedendo con la vaccinazione dei capi degli allevamenti presenti tra i 40 e i 60 chilometri di distanza dai focolai accertati. A disposizione ci sono 400 mila dosi di vaccino, preventivamente acquistato nei mesi scorsi, mentre i servizi veterinari dell’Ats sono a lavoro anche nelle aree dove può esserci circolazione virale (quelle all’interno dei 40 km dai focolai) e a disposizione degli allevatori che facciano richiesta di vaccinazione dei capi.