Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Protezione civile, riparte 'Pronti': Spano, la cultura della sicurezza entra in classe e si riporta in famiglia

"Auguro agli studenti un proficuo anno scolastico, arricchito dal percorso formativo sulla cultura della sicurezza di protezione civile da portare anche in famiglia una volta usciti da scuola. Abbiamo avviato il progetto lo scorso anno scolastico perché stiamo investendo in prevenzione. Quanto più i giovani potranno imparare e trasmetterete in famiglia, tanto più saremo tutti più capaci di proteggerci in caso di emergenza", afferma l'assessora della Difesa dell'Ambiente con delega alla Protezione civile Donatella Spano.
Sala operativa protezione civile
Cagliari, 23 settembre 2017 - Dopo la pausa estiva riparte da Sassari il progetto "Pronti. Protezione Nella Tua Isola", ideato dalla Direzione generale della Protezione Civile per diffondere la cultura della sicurezza nelle scuole sarde di ogni ordine e grado. L'Appuntamento è per la mattinata di mercoledì 27 settembre all'Istituto tecnico Industriale G.M. Angioy insieme ai funzionari e ai volontari del Sistema di protezione civile della Sardegna.

LA SICUREZZA. "Auguro agli studenti un proficuo anno scolastico, arricchito dal percorso formativo sulla cultura della sicurezza di protezione civile da portare anche in famiglia una volta usciti da scuola. Abbiamo avviato il progetto lo scorso anno scolastico perché stiamo investendo in prevenzione. Quanto più i giovani potranno imparare e trasmetterete in famiglia, tanto più saremo tutti più capaci di proteggerci in caso di emergenza", afferma l'assessora della Difesa dell'Ambiente con delega alla Protezione civile Donatella Spano. I giovani sono accompagnati nell'apprendimento di specifici programmi formativi per conoscere il Sistema di Protezione Civile e le sue componenti, con in compiti di Arpas, di Corpo forestale, di Forestas e del volontariato. Sono trattati i temi dei rischi presenti nel territorio, della salvaguardia delle persone, dei beni e dell’ambiente in genere. Inoltre, viene favorito il contatto diretto con la realtà delle organizzazioni di volontariato di protezione civile. Alla mattinata parteciperanno infatti anche i volontari con i loro mezzi ed attrezzature con le varie specialità. Lo sottolinea l'assessora Spano: "Nei volontari gli studenti potranno scoprire una componente importantissima dentro il nostro Sistema di Protezione civile, sempre in prima fila con passione, generosità e professionalità. Un esempio di cittadinanza attiva per le nuove generazioni di Sardi".

L'IDEA. Il progetto, delineato per attuare un'azione sistemica deliberata dalla Giunta Pigliaru, nasce dall'esigenza di realizzare azioni formative adeguate, che accrescano nei cittadini più giovani, e in particolare negli studenti, la conoscenza e la consapevolezza delle situazioni di rischio presenti sul territorio, sviluppando il senso di cittadinanza attiva, responsabilità, resilienza e solidarietà civile. Le azioni previste dal progetto, con il coinvolgimento dell'Assessorato della Pubblica Istruzione, dell'Ufficio scolastico regionale, degli Enti locali, sono inoltre orientate a promuovere la conoscenza del Sistema di Protezione civile, attraverso il contatto tra docenti e studenti con gli enti, istituzioni e le associazioni di volontariato di protezione civile presenti nel proprio territorio.

ORDINE DEGLI INGEGNERI. Sempre nel capoluogo turritano, ma nel pomeriggio, la Protezione civile parteciperà a un seminario organizzato dall'Ordine degli Ingegneri di Sassari, per illustrare compiti, ruoli e obiettivi della Protezione civile in Sardegna secondo quanto previsto dal Protocollo d'intesa tra Regione e Ordine Professionale stilato per l'assistenza in fase di emergenza.