Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Arpa, nuovo sistema informativo gestionale. Pigliaru: buona pratica anche per altre regioni

“Bisognava rispondere alla normativa nazionale, che impone di avere un catalogo uniforme - ha detto il presidente Pigliaru-, e i nostri uffici lo hanno fatto come una vera e propria start up, utilizzando solo professionalità interne all'agenzia e arrivando ad elaborare un esempio nazionale che ha destato l’interesse di altre regioni. Non solo vogliamo utilizzare il sistema anche in altri ambiti della nostra amministrazione, ma come buona pratica la presenteremo nei prossimi giorni alla Summer school che riunirà a Cagliari i dirigenti di tutte le agenzie ambientali d’Italia. E lavoriamo a un documento di presentazione - ha concluso Francesco Pigliaru -, perché sia ulteriormente conosciuta e diffusa."
Cagliari 26 settembre 2017 - Nasce un nuovo Sistema informativo gestionale all'avanguardia realizzato con risorse interne da Arpas, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della Sardegna, che contribuisce a creare strumenti di conoscenza per rendere più efficiente ed efficace la pubblica amministrazione della Regione. Il Sistema sarà presentato durante la seconda edizione della Summer School per i dirigenti delle Arpa italiane organizzata dal 27 al 29 settembre a Cagliari da Assoarpa.

IL PRESIDENTE PIGLIARU. “Bisognava rispondere alla normativa nazionale, che impone di avere un catalogo uniforme - ha detto il presidente Pigliaru-, e i nostri uffici lo hanno fatto come una vera e propria start up, utilizzando solo professionalità interne all'agenzia e arrivando ad elaborare un esempio nazionale che ha destato l’interesse di altre regioni. Non solo vogliamo utilizzare il sistema anche in altri ambiti della nostra amministrazione, ma come buona pratica la presenteremo nei prossimi giorni alla Summer school che riunirà a Cagliari i dirigenti di tutte le agenzie ambientali d’Italia. E lavoriamo a un documento di presentazione - ha concluso Francesco Pigliaru -, perché sia ulteriormente conosciuta e diffusa."

L'ASSESSORA SPANO. "L'Amministrazione regionale può vantare un altro strumento per rendere la Regione ancora più virtuosa in termini di efficienza ed efficacia: è un sistema in grado di delineare un quadro organico sulla concreta capacità operativa dell'Arpas. La conoscenza della concreta capacità di risposta dell’Agenzia è importantissima in tutte le attività di presidio delle matrici ambientali. Inoltre, grazie a questo strumento, la Regione potrà quantificare in tempo reale i costi e contribuire alla quantificazione degli standard nazionali richiesti dalla nuova normativa", afferma la titolare dell'Ambiente che oggi ha assistito alla presentazione interna del direttore Alessandro Sanna e dei tecnici che l'hanno realizzato, Paola Longoni, Giovanna Campo e Gianfranco Tocco.

DIREZIONE ARPAS. Sottolinea l’importanza di questo strumento il direttore Sanna, chiamato al compito tre anni fa: "L'Agenzia deve affrontare crescenti emergenze ambientali con una dotazione organica di appena il 60 per cento di quella necessaria e con gravissime carenze sulle competenze tecniche disponibili, essendo stata istituita pressoché in coincidenza con i blocchi assunzionali dalla Tremonti in poi”.

IL SISTEMA. L'ambizioso progetto di fornire già nel breve-medio termine le informazioni sia alla Regione che alla stessa Arpas è stato avviato nel 2015, nel rispetto delle priorità strategiche della Giunta e nella prospettiva della riforma delle Agenzie per l’ambiente, arrivata l'anno successivo (con la legge 132/2016, che ha istituito il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente). L'obiettivo era quello di definire in termini quantitativi non solo i singoli servizi erogati ed erogabili dall’Agenzia, ma anche le risorse finanziarie, umane e strumentali consumate per le diverse e specifiche prestazioni, così come declinate nella bozza del Catalogo del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, al quale l’Arpas si è già uniformata ponendosi tra le prima Agenzie regionali ad averlo fatto. Questo tipo di informazione, oltre a favorire - pur nelle difficoltà per le carenze di organico -, maggiore efficacia ed efficienza, assume valenza strategica nel nuovo quadro nazionale e regionale della tutela ambientale. Infatti può portare un contributo significativo, come Regione Sardegna, alla corretta quantificazione dei costi standard nazionali sulla base dei quali le singole Regioni dovranno provvedere al finanziamento dei Lepta, cioè ai Livelli Essenziali di Prestazioni Tecniche Ambientali che rappresentano il cuore di tutta la riforma quale strumento di base per i parametri di omogeneità della tutela ambientale nel Paese fissati dal legislatore.

SUMMER SCHOOL ASSORPA. Il nuovo strumento verrà illustrato durante la seconda edizione della Summer School per l’alta dirigenza, organizzata da AssoArpa, che si terrà a Cagliari (Fondazione di Sardegna) dal 27 al 29 settembre. La tre giorni si apre alle 15 di mercoledì 27 con i saluti istituzionali dell'assessora regionale Donatella Spano e del vicepresidente AssoArpa e direttore generale di Arpa Sardegna Alessandro Sanna. Il Sistema informativo dell'Arpas sarà presentato da Paola Longoni giovedì 28 settembre, alle 15.


Programma