Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Riforma Arpa, Spano: Sardegna al centro del dibattito con la 2^ edizione della Summer School

Ancora una volta la Sardegna è al centro del dibattito con azioni fattive, non solo per l’aggiornamento della legge regionale per la propria Agenzia ma anche, a livello nazionale, con il coordinamento della Commissione Ambiente ed Energia in Conferenza delle Regioni e con il tavolo costituito con il Ministero dell’Ambiente per omogenizzare i livelli di prestazione ambientali che è richiesto alle agenzie”. Lo ha detto l'assessora della Difesa dell'ambiente Donatella Spano.
ambiente
Cagliari, 27 settembre 2017 – “Siamo orgogliosi di ospitare a Cagliari per il secondo anno consecutivo un confronto importante sulla riforma delle Arpa, le agenzie di protezione dell’ambiente, e sulla realizzazione del sistema agenziale a rete prevista dalla recente normativa nazionale. Ancora una volta la Sardegna è al centro del dibattito con azioni fattive, non solo per l’aggiornamento della legge regionale per la propria Agenzia ma anche, a livello nazionale, con il coordinamento della Commissione Ambiente ed Energia in Conferenza delle Regioni e con il tavolo costituito con il Ministero dell’Ambiente per omogenizzare i livelli di prestazione ambientali che è richiesto alle agenzie”. Lo ha detto l'assessora della Difesa dell'ambiente Donatella Spano, oggi a Cagliari, in apertura della seconda edizione della Summer School, organizzata da AssoArpa per i dirigenti delle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente italiane e in programma sino a venerdì 9 alla Fondazione di Sardegna.

Nell’incontro di questa sera sono intervenuti, tra gli altri, gli assessori dell’Ambiente dell’Emilia Romagna, Paola Gazzolo, del Piemonte, Alberto Valmaggia e della Puglia, Filippo Caracciolo. “In questa tre giorni sono presenti 18 Arpa su 20”, ha sottolineato Alessandro Sanna, vicepresidente di Assoarpa e direttore di Arpa Sardegna, aprendo l’edizione 2017. Secondo l’assessora Spano la Summer school rappresenta un’opportunità per rinnovare l’invito al Governo a intervenire su alcuni punti nel percorso di riforma delle Agenzie avviato con la legge 132/2016: “Per quanto riguarda l’individuazione delle risorse per il finanziamento del Lepta, i Livelli essenziali di prestazioni tecniche ambientali, la legge dovrà considerare la necessità di un incremento complessivo delle risorse che al momento sono a carico delle Regioni. Inoltre - ha concluso Donatella Spano - occorre l’applicazione della deroga alla normativa vigente in materia di capacità assunzionali per un necessario adeguamento delle risorse umane affinché le Agenzie possano lavorare con efficacia”.

PROGRAMMA DI DOMANI. Nella giornata di domani spazio all'innovazione realizzata internamente da Arpas, già illustrata al presidente Pigliaru e all'assessora Spano, cioè il Sistema informativo gestionale all'avanguardia che contribuisce a creare strumenti di conoscenza per rendere più efficiente ed efficace l’azione di monitoraggio ambientale richiesta sia a livello regionale che nazionale. I


Programma [file.pdf]