Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sinnova, 5 anni fra innovazione e alta tecnologia. Paci: realtà solida, così superiamo l'isolamento e ci apriamo al mondo

L'appuntamento con il salone dell’innovazione nato in Sardegna è per giovedì 5 ottobre alle 9 all’ex Manifattura Tabacchi di Cagliari. Inaugura il vicepresidente della Regione e assessore della Programmazione Raffaele Paci. "Alta tecnologia e innovazione sono gli strumenti fondamentali per creare connessione e portare nel mondo le nostre competenze e le nostre tradizioni, abbattendo ogni barriera geografica", sottolinea Paci.
CAGLIARI, 28 SETTEMBRE 2017 - Sinnova compie 5 anni e continua a crescere, confermandosi una solida realtà in Sardegna e punto di riferimento anche per imprese internazionali in tema di innovazione e alta tecnologia. L'appuntamento con il salone dell’innovazione nato in Sardegna è per giovedì 5 ottobre alle 9 all’ex Manifattura Tabacchi di Cagliari. Inaugura il vicepresidente della Regione e assessore della Programmazione Raffaele Paci.

"Alta tecnologia e innovazione sono gli strumenti fondamentali per creare connessione e portare nel mondo le nostre competenze e le nostre tradizioni, abbattendo ogni barriera geografica", sottolinea Paci. "Sinnova, che quest’anno ha in programma una giornata in più a testimonianza del successo consolidato in questi anni, è un concentrato di tutto quello che serve: capitale umano, innovazione tecnologica e buone istituzioni, perché senza non si riesce a concretizzare idee e progetti. La Sardegna ha un’alta propensione all’innovazione e all’alta tecnologia, il che ha consentito in questi anni di formare professionalità eccellenti e di attrarre importanti imprese internazionali: sappiamo bene quale può essere la nostra collocazione in Italia e nel mondo - conclude Paci -, e possiamo raggiungere rapidamente l’obiettivo collegando tutti gli elementi della tradizione con l’innovazione, aprendoci all’esterno per dare risposte concrete ai nostri giovani nella loro terra”.

Nelle prime due giornate si svolgerà la consueta esposizione delle innovazioni “made in Sardinia”, affiancata da momenti di approfondimento e dibattito attraverso workshop e conferenze su temi di concreto interesse per le imprese innovative del territorio, nella terza saranno presentati a scuole e visitatori i laboratori finanziati nell’ambito del programma regionale. L’edizione 2017 ospiterà nelle prime due giornate 103 imprese espositrici, divise in cinque settori di riferimento. A far da padrone il settore dell’ICT, con 63 aziende, poi turismo, cultura e ambiente in cui operano 20 imprese, le reti intelligenti per la gestione efficiente dell’energia con 9 soggetti, biomedicina con 7 e agroindustria con 4 aziende. Tra gli operatori partecipanti, 29 sono start up e 21 imprese femminili.

Saranno 11 gli enti e istituzioni presenti (Sardegna Ricerche, Università di Cagliari, Università di Sassari, Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato Pubblica Istruzione, Assessorato Industria, Assessorato Programmazione, CRS4, Porto Conte Ricerche, IMC, Joint Innovation Center), oltre alle due multinazionali Amazon e Huawei, il fondo di venture capital italiano Vertis e la Bei (Banca europea degli investimenti).
La terza giornata ospiterà invece 38 operatori economici del programma Tutti a Iscol@.