Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sistemi di georeferenziazione, Spanu: Regione sviluppa progetti importanti. Sardegna può essere polo strategico per servizi avanzati

“Per la nostra isola - ha sottolineato Spanu - sarebbe una nuova grande opportunità sulla base di una tradizione ormai consolidata negli ambiti dell’informatica e della nuove tecnologie. Ho affrontato la questione nei giorni scorsi in un incontro con i rappresentanti dell’Agenzia per l’Italia Digitale che hanno manifestato grande interesse ad approfondire il tema”.
Assessore Spanu - georeferenziazione
Caglliari, 12 ottobre 2017 - "La Sardegna ha tutti i requisiti per diventare, nell’ambito dell’Agenda Digitale, uno dei poli strategici in grado di offrire servizi di carattere telematico a tutto il territorio nazionale”.
Lo ha detto l’assessore degli Affari Generali Filippo Spanu nel suo intervento all’incontro sui sistemi di georeferenziazione che si è svolto nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria, a Cagliari.

"Per la nostra isola - ha sottolineato Spanu - sarebbe una nuova grande opportunità sulla base di una tradizione ormai consolidata negli ambiti dell’informatica e della nuove tecnologie. Ho affrontato la questione nei giorni scorsi in un incontro con i rappresentanti dell’Agenzia per l’Italia Digitale che hanno manifestato grande interesse ad approfondire il tema”.

L’esponente della Giunta ha poi ricordato “i passi avanti che la Regione ha fatto con i sistemi avanzati di georeferenziazione in contesti che riguardano direttamente la vita dei cittadini come l’urbanistica, la tutela dell’ambiente e del territorio, la protezione civile. "Le nostra strutture – ha aggiunto- hanno svolto un fondamentale lavoro di base che poi è stato sviluppato anche con l’apporto degli operatori privati”.
“Per migliorare questi sistemi –ha spiegato Spanu- c’è bisogno di connessioni internet veloci che solo la fibra ottica può garantire. Stiamo lavorando, con risorse pubbliche, per una diffusione capillare in tutto il territorio regionale della nuova rete in fibra ottica. 52 cantieri sono stati collaudati, in altri 22 comuni i lavori si concluderanno nelle prossime due settimane. E’ un grande investimento e un sostegno concreto alle istanze di sviluppo dei piccoli comuni dell’isola”.

Alcuni aspetti relativi all’Agenda Digitale della Sardegna, alle informazioni geografiche sul web per l’assistenza in agricoltura e al sistema SIRA per la gestione dei procedimenti ambientali sono stati approfonditi rispettivamente da Antonello Pellegrino (direttore assessorato Affari Generali), Marcello Onorato (Agenzia Laore) e Nicoletta Sannio (assessorato dell’Ambiente).