Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Concorso dirigenti Regione, Spanu presenta bando in due incontri a Sassari e annuncia nuova organizzazione uffici nel territorio

"È un momento di ascolto. Nei giorni scorsi a Cagliari e oggi a Sassari abbiamo sentito le impressioni dei potenziali partecipanti, fornito chiarimenti e raccolto le criticità su cui faremo gli opportuni approfondimenti". Ai funzionari Spanu ha detto che "la Regione con il concorso, da chiudere con le relative graduatorie entro il prossimo autunno, vuole valorizzare le figure che già operano al suo interno".
Palazzo Regione Viale Trento
SASSARI, 26 OTTOBRE 2017 - "È un concorso per far crescere la Regione in tutte le sue strutture e offrire servizi migliori ai cittadini". Così l'assessore degli Affari Generali e del Personale Filippo Spanu che ha illustrato, a Sassari, ai funzionari regionali e al mondo delle professioni, il bando per l'assunzione di 20 dirigenti in due distinti incontri che si sono svolti nelle sedi di Promocamera e dell'Ordine degli Ingegneri.

"È un momento di ascolto. Nei giorni scorsi a Cagliari e oggi a Sassari abbiamo sentito le impressioni dei potenziali partecipanti, fornito chiarimenti e raccolto le criticità su cui faremo gli opportuni approfondimenti". Ai funzionari Spanu ha detto che "la Regione con il concorso, da chiudere con le relative graduatorie entro il prossimo autunno, vuole valorizzare le figure che già operano al suo interno".

Nell'incontro con gli iscritti agli albi professionali l'assessore ha sottolineato il valore dell'apertura all'esterno "da cui può arrivare un utile arricchimento per l'apparato amministrativo. Abbiamo bisogno dell'apporto del mondo delle professioni e di chi lavora nel settore privato. E' un diverso punto di vista, essenziale per dare nuovo slancio all'azione complessiva".

Spanu ha infine annunciato che "partirà da Sassari il processo di riorganizzazione della Regione. Stiamo pensando a uffici con una gestione tecnica e operativa in grado di offrire servizi reali. Non è più pensabile un modello di Regione concentrata su Cagliari. Occorre dare una articolazione diversa agli uffici nel territorio, maggiormente rispondente alle esigenze dei cittadini e delle imprese".