Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Turismo, 40 operatori sardi alla fiera Wtm di Londra. Argiolas: Sardegna sempre più appetibile per i viaggiatori stranieri

Nello stand della Regione, all'interno del padiglione ENIT, sono circa 40 gli operatori isolani (hotel e catene alberghiere, tour operator e agenzie di viaggi, società di servizi e consorzi) accreditati dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio.
Turismo Alghero Hotel Las Tronas
LONDRA, 7 NOVEMBRE 2017 - "Ambiente e paesaggio, sostenibilità, qualità della vita e dell’offerta turistica, autenticità: con queste parole chiave - dice l’assessora del Turismo Barbara Argiolas - presentiamo a Londra una Sardegna sempre più interessante e appetibile per i viaggiatori stranieri: lo confermano non solo i dati consolidati sulle presenze 2016 e il parziale di quest’anno, che indicano una costante crescita del turismo internazionale, ma lo vediamo anche dal forte interesse riscontrato dagli operatori ospitati nello stand della Regione in questi giorni di Fiera". Fino a domani, mercoledì 8 novembre, la Sardegna sarà in vetrina al Word Travel Market di Londra, una delle fiere turistiche più prestigiose e importanti al mondo, ospitata nello spazio ExCel sulle rive del Tamigi.
Nello stand della Regione, all’interno del padiglione ENIT, sono circa 40 gli operatori isolani (hotel e catene alberghiere, tour operator e agenzie di viaggi, società di servizi e consorzi) accreditati dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio. "Il WTM è uno degli eventi più importanti e prestigiosi del mondo: oltre 5mila espositori da 38 settori dell’industria turistica, più di 51mila professionisti e addetti ai lavori accreditati per un giro d’affari di circa 3,2 miliardi di euro”, spiega l’assessora. "Costituisce un’opportunità di primaria importanza per realizzare incontri e prendere accordi con i buyers internazionali. Per noi è particolarmente importante offrire alle aziende turistiche sarde la possibilità di entrare in contatto con i grandi circuiti ai quali proporre il balneare, il nostro prodotto più forte, ma anche quel turismo di esperienza che vogliamo assuma un peso sempre maggiore nei prossimi anni."