Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Servitù, perenzione contributi 2010/2014. Da Regione Sardegna formulate richieste fin da principio

Pur non esistendo alcuna procedura che prevede la domanda da parte delle Regioni interessate, la Sardegna fin dal giugno 2014 ha comunque regolarmente richiesto al Ministro della Difesa e al Ministro delle Finanze, con atti formali, l’erogazione delle risorse in tempi rapidi e in una misura non inferiore a quanto ricevuto nei precedenti quinquenni.
Palazzo Regione
Cagliari, 6 dicembre 2017 - In riferimento alla richiesta di chiarimenti espressa dall’onorevole Roberto Cotti sul tema dei contributi 2010/2014 per le servitù militari della Sardegna, si fa presente che la perenzione delle risorse, così come previsto dalla norma, non è né può essere ascritta alle Regioni che devono ricevere tali contributi.

Pur non esistendo alcuna procedura che prevede la domanda da parte delle Regioni interessate, la Sardegna fin dal giugno 2014 ha comunque regolarmente richiesto al Ministro della Difesa e al Ministro delle Finanze, con atti formali, l’erogazione delle risorse in tempi rapidi e in una misura non inferiore a quanto ricevuto nei precedenti quinquenni.

Tali istanze sono state di recente ribadite in una nota, firmata dal Presidente Pigliaru e dai Sindaci dei Comuni maggiormente oberati da servitù militari, inviata agli stessi Ministri lo scorso 29 novembre.
Al momento, alle Regioni interessate non è stata comunicata alcuna nuova procedura relativamente alla necessità di domande formali sui fondi per il periodo 2010/2014. Se nei prossimi giorni sarà necessario ribadire le richieste già presentate, la Regione Sardegna provvederà prontamente.
La corrispondenza intercorsa sul tema con i suddetti Ministeri è stata regolarmente comunicata ai mezzi di informazione.