Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Energia, dopo Benetutti anche Berchidda diventerà Smart community. Piras: occasione per incentivare ricerca e sperimentazione

La Regione è intervenuta, attraverso diverse delibere, per consentire al Comune, che già deteneva la rete del centro abitato, di rilevare anche la titolarità dell'infrastruttura elettrica in agro e di sviluppare un modello energetico basato sulla sperimentazione e la realizzazione di reti intelligenti e di sistemi di accumulo dell’energia, previste nel PEARS.
BERCHIDDA
BARCHIDDA, 7 DICEMBRE 2017 - A un mese e mezzo di distanza dall'accordo siglato a Benetutti, anche il Comune di Berchidda si appresta a diventare una Smart Community. Questa mattina, il sindaco Andrea Nieddu e i rappresentanti di e-Distribuzione (società del gruppo Enel) alla presenza dell’assessora regionale dell’Industria Maria Grazia Piras e del vice Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali, il sindaco di Padru Antonio Satta, hanno sottoscritto l'intesa preliminare per la cessione della parte di rete di e-Distribuzione gestita nel Comune di Berchidda. La Regione è intervenuta, attraverso diverse delibere, per consentire al Comune, che già deteneva la rete del centro abitato, di rilevare anche la titolarità dell'infrastruttura elettrica in agro e di sviluppare un modello energetico basato sulla sperimentazione e la realizzazione di reti intelligenti e di sistemi di accumulo dell’energia, previste nel PEARS. Anche Berchidda, insieme al Comune di Benetutti, che ha siglato lo stesso tipo di accordo alla fine di ottobre, si appresta dunque a diventare un esempio di Smart Community in Sardegna. La cessione ha permesso alle amministrazioni locali di acquisire quelle porzioni di rete in bassa e media tensione presenti nelle campagne. Berchidda e Benetutti, che operano come aziende elettriche concessionarie di reti distributive, sono quindi in una situazione ideale per la sperimentazione studiata dalla Regione che si è posta tre obiettivi principali. Il primo è promuovere le rinnovabili, l’autoconsumo istantaneo e la condivisione dell’energia; il secondo è massimizzare il consumo locale dell’energia, mentre il terzo è abbattere i costi energetici per cittadini e imprese.

PIRAS: VERSO UNA NUOVA FRONTIERA ENERGETICA. "È un altro risultato fondamentale nel percorso che abbiamo tracciato con il Piano Energetico Regionale, che punta a far diventare la Sardegna un modello europeo basato su sistemi per la gestione intelligente e l’uso efficiente dell’energia, come suggerito dalle buone prassi della sharing economy", ha detto l’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras. “Oltre all’acquisizione delle reti in agro, il Comune di Berchidda, grazie alle risorse del POR Sardegna 2014-2020, potrà ammodernare e rendere più efficienti le reti di distribuzione attraverso la realizzazione della Smart Grid. Dallo sviluppo delle reti intelligenti – ha sottolineato l’assessora – possono trarne vantaggio anche le imprese e le start-up sarde che operano nell’ICT, settore fondamentale per garantire il funzionamento affidabile del nuovo sistema energetico. Stiamo spingendo perché le diverse comunità possano aprirsi e scambiarsi esperienze positive come quella in atto a Berchidda e Benetutti”, ha concluso l’assessora Piras. “Anche qui a Berchidda il territorio può ora diventare attrattore di investimenti legati alla sperimentazione e alla ricerca. Siamo fiduciosi che tutto ciò garantirà opportunità di sviluppo e di occupazione. Le amministrazioni locali stanno cogliendo in pieno la portata della sfida legata al nuovo sistema energetico. Lo testimonia il successo che ha riscosso il bando da 44 milioni sull’efficientamento e le smart grid degli edifici pubblici al quale hanno risposto quasi 200 amministrazioni. Migliorare le prestazioni dei nostri edifici significa promuovere buone pratiche e, soprattutto, aprirsi alle tecnologie innovative”. Al termine dell’incontro di oggi, l’assessora Piras ha voluto ringraziare tutti i soggetti che hanno fatto sì che l’operazione andasse a buon fine.