Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Cereali minori, grani antichi e leguminose da granella, raddoppiata dotazione finanziaria su accordi filiera: si passa da 500mila a oltre 1milione di euro

L'aumento dei fondi è frutto della terza variazione al bilancio 2017/2019, entrata in vigore con la legge 23 del 5 dicembre 2017, dove l’assessore Pier Luigi Caria ha proposto che venisse raddoppiato lo stanziamento iniziale così da rendere ancora più competitivo, attraverso la valorizzazione delle filiere, un comparto molto importante dell’agricoltura isolana.
CAGLIARI, 18 DICEMBRE 2017 - L'ammontare dei premi stanziati dall'Assessorato dell'Agricoltura, lo scorso mese di agosto, per la diversificazione produttiva nel settore cerealicolo e delle leguminose da granella sale da 500mila euro a 1milione e 81.014,58euro. L'aumento dei fondi è frutto della terza variazione al bilancio 2017/2019, entrata in vigore con la legge 23 del 5 dicembre 2017, dove l’assessore Pier Luigi Caria ha proposto che venisse raddoppiato lo stanziamento iniziale così da rendere ancora più competitivo, attraverso la valorizzazione delle filiere, un comparto molto importante dell’agricoltura isolana.

"Con la firma del decreto - ha precisato Caria - teniamo fede a un impegno preso alcuni mesi fa con gli imprenditori agricoli che coltivano cereali minori, grani antichi e leguminose da granella e aderiscono ad accordi di filiera promossi su tutto il territorio regionale. Crediamo in questo settore produttivo e lo abbiamo dimostrato raddoppiando le risorse disponibili".