Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Via libera da Commissione a Ddl appalti. Balzarini: testo con elementi di chiarezza e novità

"Il disegno di legge - spiega l'assessore - supera la frammentaria legislazione regionale e nel rispetto delle direttive comunitarie e delle competenze statali, definite dal nuovo codice dei contratti pubblici, vuole costituire un insieme organico di norme nelle materie di competenza della Regione".
gru
Cagliari, 16 febbraio 2018. "Accogliamo con grande favore l'approvazione da parte della Quarta Commissione del Consiglio regionale al disegno di legge sugli appalti pubblici". Lo ha detto l’assessore dei Lavori Pubblici Edoardo Balzarini.
"Il disegno di legge - spiega l'esponente della giunta - supera la frammentaria legislazione regionale e nel rispetto delle direttive comunitarie e delle competenze statali, definite dal nuovo codice dei contratti pubblici, vuole costituire un insieme organico di norme nelle materie di competenza della Regione. Tra queste, assumono particolare rilievo quelle riguardanti la programmazione, la qualità architettonica della progettazione, la sostenibilità ambientale e sociale e l’organizzazione amministrativa. Nella consapevolezza della centralità della fase di programmazione, si intende individuare le opere pubbliche di preminente interesse strategico regionale, destinate al potenziamento infrastrutturale, da realizzare per la modernizzazione e lo sviluppo economico del territorio".

"Novità di assoluto rilievo - aggiunge Balzarini - è costituita dall’introduzione di forme di tutela per i fornitori di beni e servizi, a garanzia del pagamento delle prestazioni. I fornitori, infatti, attualmente sprovvisti di ogni forma di tutela nel contratto d’appalto, sono l’anello più debole della catena nel ciclo dei contratti pubblici. Il Sistema di Elenchi Unici Regionali , l’introduzione della figura del Project manager e la novità del progetto “as built” perseguono inoltre l’importante obiettivo della maggior trasparenza, del coordinamento e della semplificazione delle procedure. La presenza di meccanismi premianti, incentivanti e qualificanti rappresenta una significativa risposta al sistema delle imprese, specie quelle di piccole dimensioni, alle professioni ed agli enti locali. La particolare attenzione rivolta alla sostenibilità ambientale è testimoniata dal Piano d’azione per gli acquisti verdi, dalla valorizzazione del riuso dei materiali e dei processi di filiera corta. Durante i lavori della Commissione è stato aggiunto un emendamento che prevede la costituzione di una società, interamente a capitale pubblico, per lo studio, la realizzazione e la gestione di opere pubbliche di interesse regionale in Sardegna che rappresenta - osserva l’assessore dei Lavori Pubblici Balzarini - un interessante utile strumento per superare il noto gap di disponibilità di progetti cantierabili, presupposto indispensabile per l'utilizzo tempestivo dei finanziamenti comunitari, statali e regionali nel settore delle opere pubbliche".