Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Turismo, da Milis iniziano le "Passeggiate nella bellezza": sette weekend all'insegna della natura nei Giardini storici di Sardegna

ambiente
Cagliari, 9 marzo 2018 - Sette appuntamenti tra verde, storia e natura con particolare attenzione all’accessibilità: è “Passeggiate nella bellezza – Sette giardini per sette weekend”, un itinerario nella rete dei Giardini Storici di Sardegna che, grazie al progetto “Primavera accessibile 2018 – ITACA”, diventerà anche occasione di approfondimento sull’importanza della fruibilità di spazi e informazioni per tutti. Primo appuntamento sabato 10 e domenica 11 marzo con la ormai tradizionale “Primavera in giardino” di Milis (Or): il Giardino degli agrumi dello stabilimento Pernis-Vacca e la Vega di Palazzo Boyl saranno lo scenario della mostra-mercato dedicata alla cultura del verde.

Potenzialità del turismo botanico. "Dopo la firma dell’intesa per la nascita della rete dei Giardini Storici di Sardegna avvenuta a ottobre - dice l’assessora del Turismo, Artigianato e Commercio Barbara Argiolas -, “Passeggiate nella bellezza” è il primo tassello nella costruzione di una offerta di qualità che valorizzi le sette eccellenze botaniche e paesaggistiche coinvolte nella rete dei Giardini Storici. Rientra nelle politiche dell’assessorato del Turismo per la creazione di nuove stagionalità: il turismo botanico è un mercato di nicchia che coinvolge migliaia di appassionati in Italia e Europa con alta capacità di spesa e guardiamo con interesse a questo segmento”.

“Primavera in giardino 2018”. La due giorni di Milis, curata dall’associazione Landscape Sardinia, prevede un ricco programma di visite guidate, convegni, eventi, attività didattiche, presentazioni di libri, mostre e laboratori, anche con la collaborazione del presidio Slow Food della Sardegna (tutti i dettagli su www.primaveraingiardino.it e su www.sardegnaturismo.it). Di rilievo, nella mattina di sabato, il convegno “Verso il recupero dello stabilimento Pernis-Vacca”, che raduna architetti paesaggisti, esperti e giornalisti, e l’appuntamento della domenica mattina, alle 10,30: “Il network Giardini storici di Sardegna e il progetto ITACA, opportunità di turismo accessibile in Sardegna”.

Il calendario. “Passeggiate nella bellezza”, organizzata dall’Assessorato del Turismo con il Polo Museale della Sardegna – Mibact, l’Università di Cagliari, i Comuni coinvolti, l’Unione dei Comuni del Marghine e il supporto scientifico dell’agenzia regionale Forestas, dopo Milis prevede le seguenti tappe: l’Orto botanico Patrizio Gennari di Cagliari nel weekend 14/15 aprile, il Parco di Monserrato di Sassari nei giorni 28/29 aprile, il Giardino all’italiana di Ignazio Aymerich a Laconi il 12/13 maggio, il Parco inglese dell’ingegner Benjamin Piercy di Bolotana nel fine settimana 26/27 maggio, il 9/10 giugno sarà la volta dell’Isola giardino di Giuseppe Garibaldi a Caprera (La Maddalena) e l’ultima tappa sarà il 23/24 giugno al Parco di San Leonardo di Siete Fuentes di Santu Lussurgiu.

Sardegna sempre più accogliente. Il tema dell’accessibilità sarà il secondo filo conduttore di tutti gli appuntamenti nei Giardini storici. “La manifestazione - spiega l’assessora - si inserisce nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliero Italia-Francia INTERREG Marittimo 2014-2020 ITACA: abbiamo ritenuto che la rete dei Giardini storici potesse essere la base giusta per la riflessione e l’implementazione di nuovi itinerari di turismo accessibile. Siamo un’isola che vuole essere accogliente nei confronti di tutte le categorie di viaggiatori e il progetto “Primavera accessibile 2018 – ITACA” ci aiuterà a esserlo sempre di più”.

Il progetto ITACA. Nel corso dei sette appuntamenti in calendario, infatti, oltre ai dibattiti e ai forum sull’accessibilità riservati ai partecipanti al progetto ITACA, verrà privilegiata la dimensione partecipativa: tutti i visitatori riceveranno una scheda di analisi motivazionale, che esplorerà l’accessibilità e fruibilità di spazi, servizi e ospitalità, quella culturale e dei contenuti, l’interazione con il territorio. Inoltre, nelle tappe di Cagliari, Sassari e Laconi, si terranno tre laboratori partecipativi dedicati, rispettivamente, alle disabilità sensoriali, fisiche e psichiche e dedicati agli operatori di settore. “L’obiettivo – dice Barbara Argiolas – è sicuramente quello di coinvolgere visitatori e addetti e lavori, ma anche di trasformare i loro contributi in linee guida che possano diventare il punto di riferimento per gli standard qualitativi del turismo accessibile”. La sintesi dei risultati raccolti attraverso il coinvolgimento dei visitatori saranno presentati durante la tappa finale di Santu Lussurgiu.


Visita i siti:
- www.primaveraingiardino.it
- www.sardegnaturismo.it