Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Attentato contro Vice Sindaco Esporlatu, la solidarietà di Pigliaru. "Impegnati sui fronti della sicurezza e del potenziamento dei poli dell'istruzione"

"Siamo impegnati, con la collaborazione delle Prefetture, a dare concreta attuazione al Patto per la sicurezza sottoscritto con il ministro dell’Interno Marco Minniti che prevede misure specifiche per contrastare minacce e intimidazioni ai danni degli amministratori locali.
Presidente Pigliaru
Cagliari, 15 aprile 2018 - "Di fronte a un atto così vile, che offende principi basilari su cui si basa la vita delle comunità, manifesto la solidarietà mia personale e di tutta la Giunta al vice sindaco di Esporlatu, Giovanni Canu. Venerdì scorso ho incontrato i sindaci del Goceano in occasione della presentazione del progetto del nuovo polo scolastico di Bono che sarà realizzato nell’ambito del progetto Iscol@. A tutti loro ho assicurato il massimo impegno della Giunta per dare concrete risposte alle emergenze del territorio a partire dal grave fenomeno dello spopolamento. Ho trovato amministratori determinati che hanno fatto fronte comune e proposto alla Regione l’idea concreta di una scuola più moderna e accogliente che ospiterà 500 alunni di sette comuni tra i quali Esporlatu".

Così il presidente della Regione Francesco Pigliaru dopo l’attentato che ha devastato la casa di campagna del vice sindaco Giovanni Canu.

"Siamo impegnati, con la collaborazione delle Prefetture, a dare concreta attuazione al Patto per la sicurezza sottoscritto con il ministro dell’Interno Marco Minniti che prevede misure specifiche per contrastare minacce e intimidazioni ai danni degli amministratori locali. "Riteniamo - spiega il presidente Pigliaru - che il Patto sia uno strumento molto valido per affrontare in modo efficace atti che mettono a rischio i valori fondanti della civile convivenza. Ricordo poi che sono in via di completamento le reti di videosorveglianza in 110 comuni della Sardegna sulla base di uno stanziamento, interamente a carico della Regione, di circa 6 milioni e 900 milioni euro. Ma non ci fermiamo qui. Abbiamo infatti deciso di destinare altri 20 milioni di euro a favore degli altri comuni che abbiano necessità di nuovi e moderni strumenti di monitoraggio e controllo del territorio. Le opere potranno essere realizzate rapidamente grazie a una procedura "a sportello" che garantisce di accorciare notevolmente i tempi".

"Voglio infine sottolineare - dichiara il presidente della Regione - il grande investimento che stiamo facendo con Iscol@ nel Goceano e in tante altre aree dell’Isola nella convinzione che l’istruzione e la cultura rappresentino un argine fondamentale a fenomeni criminali come quello che ha colpito così duramente il vice sindaco di Esporlatu. A Bono, con uno stanziamento di 4 milioni e 400 mila euro, nascerà nel 2020 una nuova scuola che sarà un punto di riferimento del territorio, un presidio non solo di cultura ma anche di civiltà e legalità".