Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Turismo, il 12 e 13 maggio a Laconi nuovo appuntamento con le "Passeggiate nella bellezza" nei giardini storici: weekend tra natura e storia con grande attenzione all'accessibilità

"Il parco Aymerich di Laconi - dice l'assessora del Turismo Barbara Argiolas - rappresenta un eccezionale esempio della biodiversità della Sardegna, uno dei più importanti valori aggiunti dell'isola dal punto di vista naturalistico e ambientale. Grazie alla Rete dei Giardini Storici di Sardegna stiamo valorizzando questo aspetto perché, insieme all'importanza storica e al grande valore di comunità assunto dalle sette eccellenze botaniche e paesaggistiche coinvolte, possa dare vita a un'offerta di qualità nel segmento del turismo lento".
Laconi
Cagliari, 10 maggio 2018 - Due giorni all'insegna della natura, della biodiversità e della storia, con attenzione ai temi dell'accessibilità: in programma al parco Aymerich di Laconi, sabato 12 e domenica 13 maggio, la quarta "Passeggiata nella bellezza" nella rete dei Giardini storici di Sardegna, manifestazione organizzata dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio con il Polo Museale della Sardegna - Mibact, l’Università di Cagliari, i Comuni coinvolti, l'Unione dei Comuni del Marghine e il supporto scientifico dell’agenzia regionale Forestas. "Il parco Aymerich di Laconi - dice l’assessora del Turismo Barbara Argiolas - rappresenta un eccezionale esempio della biodiversità della Sardegna, uno dei più importanti valori aggiunti dell'isola dal punto di vista naturalistico e ambientale. Grazie alla Rete dei Giardini Storici di Sardegna stiamo valorizzando questo aspetto perché, insieme all'importanza storica e al grande valore di comunità assunto dalle sette eccellenze botaniche e paesaggistiche coinvolte, possa dare vita a un’offerta di qualità nel segmento del turismo lento".

PRIMAVERA ACCESSIBILE 2018. E anche a Laconi, come nelle altre passeggiate in calendario, bellezza fa rima con accessibilità: la manifestazione fa parte del progetto di turismo accessibile ITACA (‘Primavera accessibile 2018’), che a sua volta rientra nell’ampio Programma di Cooperazione IT-FR Marittimo 2014-2020. Le sette ‘passeggiate’ primaverili nei giardini, divise in due giornate (la prima per addetti ai lavori, la seconda di visita aperta al pubblico), sono state e saranno occasione di approfondimento sull’importanza della fruibilità degli spazi con dibattiti, forum e laboratori sull’accessibilità, riservati a partner del progetto e stakeholder, ossia associazioni dei disabili e imprese di servizi e settori produttivi (turismo, artigianato e commercio), e finalizzati all’elaborazione di proposte per la promozione e lo sviluppo del turismo accessibile in Sardegna.

ACCESSIBILITÀ E PARTECIPAZIONE. L’accessibilità può nascere solo dalla partecipazione: così come negli appuntamenti precedenti di Cagliari e Sassari, i laboratori di sabato 12 saranno imperniati sulle esigenze dei disabili sensoriali, fisici e psichici e sulle caratteristiche necessarie affinché strutture e servizi turistici possano essere fruibili da tutti. Verrà privilegiata la dimensione partecipativa: i visitatori riceveranno una scheda di analisi motivazionale che esplorerà l’accessibilità e fruibilità di spazi, servizi e ospitalità, quella culturale e dei contenuti, l’interazione con il territorio. “La Regione - sottolinea l’assessora Barbara Argiolas - sta coinvolgendo, con un sistema partecipativo bottom up, cioè dal basso verso l’alto, visitatori e addetti ai lavori nel progetto per trasformare i loro contributi in linee guida che diventino riferimento per gli standard qualitativi del turismo accessibile nell’Isola, replicabili anche nell’area interessata dal programma di cooperazione transfrontaliera”.

PASSEGGIATE NELLA BELLEZZA. “Le passeggiate nei giardini storici - aggiunge l’assessora Argiolas - valorizzano sette eccellenze botaniche e paesaggistiche isolane e vogliono rappresentare l’esempio di come strutturare e promuovere una nuova offerta in un mercato di nicchia ma promettete come quello del turismo botanico”. I primi tre weekend dedicati ai giardini storici hanno registrato migliaia di visitatori e coinvolto, a marzo Milis, con il ‘Giardino degli agrumi’ dello stabilimento Pernis-Vacca e la Vega di Palazzo Boyl, e ad aprile l’Orto botanico di Cagliari e il parco di Monserrato di Sassari. La quarta tappa, domenica 13, si svolgerà nel parco Aymerich, scelto per bellezza, fertilità e ricchezza di acque sorgive. Circondati dal verde, sono visibili i ruderi di un castello medievale e l’antica residenza dei marchesi. Il parco è meta di escursionisti amanti della natura e di pellegrini che si recano a Laconi per visitare la casa natale di Sant’Ignazio. È costituito dal giardino e dallo splendido parco adiacente, gestito dall’agenzia regionale Forestas ed esteso ben 22 ettari.

PROGRAMMA. Le ultime tre tappe della manifestazione saranno il 26 e 27 maggio al parco inglese dell’ingegner Benjamin Piercy a Bolotana, il 9 e 10 giugno al giardino di Giuseppe Garibaldi sull’isola di Caprera e il 23 e 24 giugno al parco di San Leonardo di Siete Fuentes di Santu Lussurgiu, appuntamento finale ‘in casa’ del Comune capofila del progetto, nel quale saranno presentati i risultati ottenuti attraverso il coinvolgimento dei visitatori in merito ad accessibilità e fruibilità dei parchi e del territori.