Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Cantieri verdi, dalla Giunta oltre 3 milioni per Comuni in aree deindustrializzate

"Oltre che per rimboschimenti, interventi selvicolturali lavori fitosanitari e di manutenzione della viabilità agro-silvo-pastorale a fondo naturale, questi contributi possono essere finalizzati alla prevenzione antincendi, allo sfalcio delle strade comunali a fondo naturale e ai lavori di sistemazioni idraulico forestale per la cura dei boschi". Così ha dichiarato l'assessora Spano.
Foresta
Cagliari, 5 giugno 2018 - Ammontano a 3.054.000 euro le risorse destinate al programma degli interventi di valorizzazione del patrimonio boschivo nei territori in aree interessate da gravi forme di deindustrializzazione. Gli stanziamenti per i Comuni sono stati approvati oggi dalla Giunta, su proposta dell'assessora della Difesa dell'Ambiente Donatella Spano, che dichiara: "Oltre che per rimboschimenti, interventi selvicolturali lavori fitosanitari e di manutenzione della viabilità agro-silvo-pastorale a fondo naturale, questi contributi possono essere finalizzati alla prevenzione antincendi, allo sfalcio delle strade comunali a fondo naturale e ai lavori di sistemazioni idraulico forestale per la cura dei boschi".

Ai Comuni che hanno realizzato economie sui finanziamenti rendicontati viene concesso il nulla osta per il reinvestimento delle economie stesse in alternativa alla restituzione. "Si tratta di una cifra pari a 1.099.541 euro", chiarisce la titolare dell'Ambiente.

Sono 32 le Amministrazioni comunali che vedranno l’assegnazione delle risorse, a partire da 70mila euro: 22 sono i centri del Sulcis Iglesiente, sette quelli dell'area di Ottana, quindi Siniscola, Posada e Porto Torres. Tali somme si aggiungono alla cifra di 4,8 milioni stanziata lo scorso aprile dall'Esecutivo a favore di un centinaio di Comuni che hanno avuto una rilevante diminuzione degli occupati nel settore della forestazione.