Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sicurezza S.S. 195 oggi l'incontro in Prefettura. Dalla prossima settimana operativo un tavolo tecnico Regione-Anas-amministrazioni locali per il monitoraggio delle attività

Il tema della sicurezza è stato al centro del vertice nel corso del quale l’Assessore ha ribadito che l'obiettivo della Regione è fare in modo che tutti i lavori di realizzazione della nuova S.S. 195 siano conclusi in tempi brevi. "Si tratta infatti - ha precisato Balzarini - di un'arteria strategica per il Sud Sardegna che serve quotidianamente un importante traffico civile e industriale e, nei mesi estivi, anche turistico".
Cagliari, 21 giugno 2018 - Un tavolo tecnico coordinato dall’Assessorato dei Lavori pubblici della Regione Sardegna, composto dallo stesso Assessorato, da Anas e dalle amministrazioni locali interessate dalla Strada Statale 195, si riunirà mercoledì 27 giugno a Cagliari nella sede regionale di viale Trento con l'obiettivo di fare il punto e monitorare le attività di messa in sicurezza dei cantieri e della viabilità, inclusa quella minore, dell'arteria stradale. La decisione è stata presa oggi nel corso della riunione del Comitato di Sicurezza pubblica convocata a Cagliari dal prefetto vicario di Cagliari, Paola Dessì, su richiesta dell’assessore Edoardo Balzarini all’indomani della rescissione da parte di Anas del contratto con la Grandi Lavori Fincosit, operativa sul primo e terzo lotto della Sulcitana.

Il tema della sicurezza è stato al centro del vertice nel corso del quale l’Assessore ha ribadito che l'obiettivo della Regione è fare in modo che tutti i lavori di realizzazione della nuova S.S. 195 siano conclusi in tempi brevi. “Si tratta infatti – ha precisato Balzarini – di un’arteria strategica per il Sud Sardegna che serve quotidianamente un importante traffico civile e industriale e, nei mesi estivi, anche turistico”.
All’incontro odierno erano presenti i rappresentanti dei Comuni di Sarroch, Villa San Pietro, Capoterra, Pula, della Provincia del Sud Sardegna, della Città Metropolitana di Cagliari, di Questura, Guardia di Finanza, Carabinieri e del Consorzio industriale provinciale di Cagliari che gestisce i lavori sul secondo lotto – attuale ‘quattro corsie’ – per i quali è stata annunciata la conclusione entro i primi giorni di luglio delle lavorazioni, recentemente appaltate, di miglioramento del piano stradale e dell’illuminazione della galleria.
“All'Anas è stato chiesto di impegnarsi a ripristinare quanto prima le condizioni di sicurezza nel terzo lotto, in particolare nella rotonda di innesto nella circonvallazione di Pula”, riferisce Balzarini. "Su questo specifico intervento l’azienda ha garantito tempi stringenti, prevedendo pochi giorni per la verifica dello stato di consistenza delle opere eseguite e non completate dalla Grandi Lavori Fincosit e circa 20-30 giorni per la messa in sicurezza della rotonda. Tutte queste attività saranno monitorate già da mercoledì prossimo nel tavolo Regione-Anas-amministratori locali".
"Per quanto riguarda il prosieguo dei lavori, Anas si è impegnata a scorrere la graduatoria della gara di appalto effettuata a suo tempo per individuare un’altra impresa a cui affidare i lavori possibilmente utilizzando gran parte delle maestranze che sinora hanno operato nei cantieri, anche per mantenere i livelli occupazionali”, afferma Balzarini specificando che questa è un'altra delle preoccupazioni espresse oggi al vertice. “Abbiamo chiesto ad Anas di predisporre un apposito protocollo che impegni l’impresa subentrante a riassorbire le stesse maestranze".
L’Assessore, nell’occasione, ha ribadito la necessità di sottoscrivere un apposito accordo inter istituzionale, proposto già lo scorso agosto, con il ministero dei Trasporti e Anas, per assicurare un maggiore controllo e governo da parte della Regione nelle scelte per la realizzazione delle infrastrutture sarde.