Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


SardegnaCiclabile, presentati portale e app. Pigliaru e Balzarini sul piano della mobilità ciclabile: "Infrastruttura che cambierà l'Isola"

"Con la rete ciclabile, di cui fa parte il sistema delle ciclovie turistiche inserito nel sistema nazionale e che in questo modo rendiamo più semplice da conoscere, consegniamo all’Isola un progetto di valore che ha tutte le carte in regola per conquistare facilmente nuove risorse e crescere dunque ancora. Siamo certi che nei prossimi anni, se si continuerà a lavorare in questa direzione - ha detto Francesco Pigliaru - la Sardegna potrà davvero essere la regione con le più belle ciclovie d’Europa".
Cagliari, 3 luglio 2018 - "Abbiamo puntato molto sulla mobilità ciclabile, un lavoro complesso e articolato che è diventato un Piano di grande valore e che ha già conquistato riconoscimenti internazionali importanti. La Sardegna è un posto perfetto per fare turismo sostenibile e vogliamo che sempre più persone lo sappiano e ne apprezzino anche questa caratteristica: oggi facciamo il punto sul percorso avviato e presentiamo strumenti utili per trasmettere al meglio questo messaggio.” Lo ha detto questa mattina il presidente della Regione Francesco Pigliaru aprendo, nella sala Lussu di Villa Devoto, la conferenza stampa sul tema, nel corso delle quale sono stati presentati il portale e l’applicazione ‘sardegnaciclabile’, nuovi strumenti tecnologici a servizio di quanti vorranno scoprire l’isola pedalando. Pensati per i percorsi che saranno realizzati come da progetto, danno indicazioni anche per gli itinerari già esistenti, illustrando le specifiche tecniche e i dettagli paesaggistici: permettono l’interazione, sono personalizzabili e saranno continuamente aggiornati seguendo gli stati d’avanzamento del Piano. “Con la rete ciclabile, di cui fa parte il sistema delle ciclovie turistiche inserito nel sistema nazionale e che in questo modo rendiamo più semplice da conoscere, consegniamo all’Isola un progetto di valore che ha tutte le carte in regola per conquistare facilmente nuove risorse e crescere dunque ancora. Siamo certi che nei prossimi anni, se si continuerà a lavorare in questa direzione – ha concluso Francesco Pigliaru - la Sardegna potrà davvero essere la regione con le più belle ciclovie d’Europa.”

“Il portale e la App ‘sardegnaciclabile’ rappresentano uno strumento di conoscenza e condivisione della rete ciclabile regionale il cui percorso ha preso via nel 2015, quando la Regione ha riconosciuto le ciclovie e la mobilità ciclistica tra i fattori strategici nella pianificazione delle infrastrutture prioritarie per l’Isola”, ha commentato l’assessore Edoardo Balzarini. “L’idea di una Sardegna interamente percorribile in bicicletta rappresenta un deciso passo avanti verso la realizzazione di una mobilità realmente sostenibile ma anche un importante fattore di integrazione dei territori e del loro sviluppo attraverso la nascita delle microeconomie diffuse che ruoteranno intorno alla rete. L'assessorato dei Lavori Pubblici crede fermamente in questo percorso che costituisce un valore aggiunto nel quadro dell'impegno verso il miglioramento e la crescita delle infrastrutture regionali”. Un impegno fatto proprio anche da Chicco Porcu, amministratore unico di Arst, che ha ricordato i passi che sta muovendo l’azienda per procedere alla realizzazione di una rete interconnessa che promuove la mobilità ciclistica e turistica.

Portale e App sono stati realizzati nell'ambito della collaborazione tra l'Arst, soggetto attuatore del Piano regionale della mobilità ciclabile, e l’equipe di Italo Meloni del Centro interuniversitario ricerche economiche e mobilità (CIREM). Nei giorni scorsi il Piano si è aggiudicato il Premio urbanistica 2018, concorso della rivista scientifica dell’Istituto nazionale di urbanistica che seleziona i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo dopo selezionato tra le 9 proposte preferite dai visitatori della scorsa edizione di Urbanpromo alla Triennale di Milano.

Il Portale: sardegnaciclabile.it è dedicato alla comunicazione e alla promozione del sistema di mobilità ciclistica in Sardegna, tra i suoi obiettivi c’è il coinvolgimento dei soggetti pubblici e privati interessati a vario titolo alla rete (enti locali, associazioni, imprenditori, cittadini). “Il sito, in continuo aggiornamento, comunica e racconta le modalità di costruzione dell’attività di pianificazione del sistema della rete ciclabile sarda, permette la consultazione dei contenuti Piano e il percorso istituzionale in corso per la sua approvazione” ha spiegato Meloni. “Attraverso la sezione community è possibile condividere osservazioni, pareri e suggerimenti nella convinzione che il progetto debba essere anche un progetto dei cittadini”.

La App: l'applicazione ‘Sardegna ciclabile’, disponibile per i dispositivi Android e iOS, ha l’obiettivo di promuovere ulteriormente il coinvolgimento e la partecipazione attiva allo sviluppo della rete ciclabile regionale. L’applicativo consente agli utenti di registrare tracciati GPS, scattare foto lungo il percorso e pubblicarle sul sito. Permette inoltre la consultazione degli itinerari della Rete Ciclabile Regionale che possono essere filtrati a seconda degli interessi dell’utente. Per ciascun itinerario sono disponibili le schede riassuntive che riportano caratteristiche tecniche dell’itinerario, la mappa col tracciato e il profilo altimetrico insieme alla quota del percorso attualmente percorribile.

Il Piano della mobilità ciclistica La realizzazione della rete ciclabile regionale passa attraverso il Piano della mobilità ciclistica regionale, il cui percorso è stato avviato nel 2017 con l’approvazione dello studio propedeutico realizzato da Arst e del CIREM. Lo studio del Piano ha visto la partecipazione dei portatori di interesse a diverso titolo coinvolti nel percorso. Attualmente è in via di conclusione la valutazione ambientale strategica (VAS) e l'approvazione definitiva del Piano è prevista per dicembre 2018. Attraverso il Piano sarà possibile intercettare i finanziamenti europei e nazionali necessari alla realizzazione della rete. Sono previsti 52 itinerari per una lunghezza totale di 2.649 km, (di cui 550 km bici+treno). Sono stati sottoposti a studi più approfonditi i primi 24 itinerari della rete. Per 5 direttrici (677 chilometri complessivi) è stato dato avvio immediato all’iter di progettazione e realizzazione di un lotto, finanziato con 8 milioni di euro del Piano infrastrutture. Si tratta di itinerari cosiddetti ‘in continuità’. A questi si aggiungono gli itinerari urbani finanziati con 7 milioni di euro del POR-FESR 2014 – 2020 che consentono il collegamento tra la rete ciclabile regionale e le aree metropolitane e urbane di Cagliari, Sassari e Olbia. Nell’agosto 2017 la Regione ha siglato, con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministero dei Beni culturali e Turismo, un Protocollo d’intesa per la progettazione e realizzazione della Ciclovia turistica della Sardegna, inserita all’interno del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche. Si tratta di 1.207 chilometri di piste ciclabili, facenti parte dei 2.649 chilometri della rete sarda, collegati alle principali porte di accesso all’Isola (porti e aeroporti) che porterà a un cofinanziamento ministeriale pari a 16 milioni. Sempre tramite la collaborazione con ARST e CIREM, sarà sviluppata la progettazione e - con l’ausilio della FIAB (Federazione italiana amici della bicicletta) - verrà perfezionata la procedura di inserimento della Ciclovia nei circuiti Bicitalia (network ciclistico nazionale che include gli itinerari sovraregionali) ed Eurovelo (la rete ciclabile europea).