Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Peste suina. Cagliari, abbattuti 104 suini non registrati in un allevamento non a norma lungo la Statale 554

È la prima volta che il personale dell’UdP interviene nel territorio del capoluogo regionale, nonostante in passato l’allevamento in questione sia stato già messo sotto osservazione dalle autorità sanitarie. All’operazione, coordinata con la Prefettura e la Questura di Cagliari, hanno partecipato i veterinari dell’ATS di Sassari e del GIV (Gruppo intervento veterinario), gli uomini del Corpo forestale e di Vigilanza ambientale, i militari dei Nuclei Antisofisticazione e Sanità (NAS) dei Carabinieri, il personale dell’Agenzia Forestas e la Polizia municipale di Cagliari. Per l’avvio delle attività di oggi il sindaco, Massimo Zedda, ha firmato l’ordinanza di abbattimento.
MAIALI
Cagliari, 12 luglio 2018 - L’Unità di Progetto per l’eradicazione della Peste suina africana comunica che oggi sono stati abbattuti 104 suini non registrati all’anagrafe animale e detenuti irregolarmente in un allevamento non a norma lungo la Statale 554 alle periferia di Cagliari. È la prima volta che il personale dell’UdP interviene nel territorio del capoluogo regionale, nonostante in passato l’allevamento in questione sia stato già messo sotto osservazione dalle autorità sanitarie. All’operazione, coordinata con la Prefettura e la Questura di Cagliari, hanno partecipato i veterinari dell’ATS di Sassari e del GIV (Gruppo intervento veterinario), gli uomini del Corpo forestale e di Vigilanza ambientale, i militari dei Nuclei Antisofisticazione e Sanità (NAS) dei Carabinieri, il personale dell’Agenzia Forestas e la Polizia municipale di Cagliari. Per l’avvio delle attività di oggi il sindaco, Massimo Zedda, ha firmato l’ordinanza di abbattimento.

L’UDP. “L’invito a regolarizzare le proprie posizioni nel rispetto delle norme sanitarie contro la PSA e a favore dei cittadini che devono avere certezza e sicurezza nel consumare carni certificate e sottoposte ai dovuti controlli, è sempre valido. Continueremo a ricordare che al di fuori della legalità non ci sono spazi per portare avanti qualsiasi attività irregolare che possa continuare a danneggiare le economie del comparto o la salute dei sardi”. Lo ha ricordato oggi il responsabile dell’Unità di Progetto, Alessandro De Martini.