Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Protezione civile, partito il progetto regionale per mappare la copertura radio dei sentieri turistici del Sopramonte di Orgosolo e Urzulei

"Grazie al progetto, attraverso i fondi POR 2013/2017, i comuni coinvolti hanno la possibilità di dotarsi di apparecchiature di comunicazione in grado di migliorare la sicurezza dei percorsi montani e di trekking più frequentati dai turisti a partire dalla primavera e sino ad autunno inoltrato".
Sentiero
Cagliari, 18 luglio 2018 - Mappare la copertura del sistema radio regionale nei sentieri turistici del Supramonte di Orgosolo e Urzulei per accertare zone d'ombra e acquisire informazioni necessarie in fase di soccorso. È l'obiettivo di un progetto della Direzione regionale della Protezione civile in programma da oggi sino a giovedì 19 luglio. All'iniziativa collaborano dieci associazioni del volontariato di Protezione civile, una squadra locale del Corpo forestale e dell'agenzia Forestas, gli uffici territoriali di Nuoro e Lanusei, il Soccorso Alpino (CNAS) e le Amministrazioni comunali di Orgosolo e Urzulei.

"Nella quotidiana attività di soccorso in escursione assume una importanza fondamentale la possibilità di tracciare il percorso di un escursionista", spiega l'assessora della Difesa dell'ambiente con delega alla Protezione civile Donatella Spano, che si congratula con tutti i partecipanti per l'importante lavoro in corso. "Grazie al progetto, attraverso i fondi POR 2013/2017, i comuni coinvolti hanno la possibilità di dotarsi di apparecchiature di comunicazione in grado di migliorare la sicurezza dei percorsi montani e di trekking più frequentati dai turisti a partire dalla primavera e sino ad autunno inoltrato".

Donatella Spano ha voluto ringraziare in particolare tutti i volontari coinvolti in un progetto complesso che chiama all’esercitazione anche la nuova sala radio regionale di Cagliari. In via Biasi turneranno infatti gli operatori radio delle associazioni Fraternità della Misericordia di Cagliari, Nucleo Operativo Orsa e Procivarci di Assemini, Paff ed Era di Quartu Sant'Elena. Nelle centrali operative di Funtana Bona, a Orgosolo, e nella palestra comunale di Urzulei saranno invece in turno i volontari di Avpc Sarrabus Gerrei di Villaputzu, quelli dell'associazione Era di Lanusei e della Procivarci di Assemini. A percorrere a piedi e in auto i sentieri turistici da testare, simulando inoltre la ricerca dispersi anche con i droni, ci saranno altri volontari e le unità cinofile. Arrivano infatti da Cagliari gli operatori di Arcus, con quattro cani da soccorso, e di Sardegna Rescue Dog di Capoterra, con altri due animali. Nel Supramonte sono infine presenti infine le associazioni Volontari senza frontiere di Meana Sardo, Avpc di Gadoni, S’Alasi di Tonara, Vab Nuoro, Aso Oliena, Croce verde Orgosolo, So.Sa.Go. Gonnesa e Psicologi per i popoli Sardegna di Cagliari.