Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Opere anti-alluvione Olbia, Balzarini: utile e proficua la presentazione del progetto del commissario delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico. Ora la valutazione dei tecnici dell'ambiente

"Tutti i portatori di interesse, a partire dal Comune di Olbia rappresentato dal sindaco Settimo Nizzi, hanno avuto uno spazio adeguato per illustrare, in modo approfondito, le proposte alternative". Lo ha detto l’assessore dei Lavori Pubblici Balzarini dopo la chiusura, a Olbia, della due giorni dedicata alla presentazione, all'interno della procedura di valutazione di impatto ambientale, del progetto di messa in sicurezza della città.
alluvione
Cagliari, 6 settembre 2018 - "È stato un confronto democratico, utile e proficuo, condotto in modo corretto, pur nella diversità di opinioni e valutazioni, che ha consentito di perfezionare la procedura indispensabile per il prosieguo dell'iter della proposta progettuale che dovrà acquisire ora il parere dei tecnici dell’assessorato regionale dell’Ambiente e poi della Giunta regionale sulla compatibilità ambientale. Tutti i portatori di interesse, a partire dal Comune di Olbia rappresentato dal sindaco Settimo Nizzi, hanno avuto uno spazio adeguato per illustrare, in modo approfondito, le proposte alternative”. Lo ha detto l’assessore dei Lavori Pubblici Edoardo Balzarini dopo la chiusura, a Olbia, della due giorni dedicata alla presentazione, all’interno della procedura di valutazione di impatto ambientale, del progetto di messa in sicurezza della città sviluppato dalla struttura commissariale per la mitigazione del rischio idrogeologico sulla base dello studio elaborato inizialmente dal Comune di Olbia ed approvato dall'Autorità di Bacino.

Balzarini sottolinea che "le opere proposte dal Commissario (realizzazione di tre vasche di laminazione a monte e rinaturalizzazione dei corsi d'acqua esistenti) progettate a livello definitivo sulla base del cosiddetto "piano Mancini", sono previste nell'Accordo di programma sottoscritto nel 2015 dalla Regione, dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero dell'Ambiente e finanziate, per circa 150 milioni di euro, con stanziamenti del bilancio regionale, del programma nazionale aree metropolitane del 2015 e del contratto di programma Regione-Governo sottoscritto nel 2016. Siamo di fronte a un progetto definitivo le cui opere, strettamente connesse alla procedura di finanziamento e agli stanziamenti oggi disponibili, hanno tutte le carte in regola per essere appaltate, una volta conclusa la procedura di VIA, già dal 2019. Ogni diverso percorso progettuale o di finanziamento porterà, inevitabilmente, - conclude l'assessore - a maggiori tempi per conseguire l'obiettivo, primario, della messa in sicurezza idraulica dell'abitato di Olbia e del recupero delle aree urbane oggi vincolate.