Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Siglata oggi un’intesa per agevolare il reimpiego nell’Agenzia per il lavoro portuale della Sardegna Srl degli ex dipendenti della CLP

Siglato oggi, presso l’assessorato del Lavoro, un protocollo d’intesa sull’adeguamento delle competenze professionali, in modo da agevolare il successivo reimpiego nell’Agenzia per il Lavoro Portuale della Sardegna srl, degli ex dipendenti della CLP – Compagnia dei Lavoratori Portuali, cessati dal rapporto di lavoro che, al momento, percepiscono la NASPI.
Intesa per agevolare reimpiego nell’Agenzia per il lavoro portuale della Sardegna Srl degli ex dipendenti della CLP
Cagliari, 19 dicembre – Siglato oggi, presso l’assessorato del Lavoro, un protocollo d’intesa sull’adeguamento delle competenze professionali, in modo da agevolare il successivo reimpiego nell’Agenzia per il Lavoro Portuale della Sardegna srl, degli ex dipendenti della CLP – Compagnia dei Lavoratori Portuali, cessati dal rapporto di lavoro che, al momento, percepiscono la NASPI.
Grazie all’impegno dell’assessorato del Lavoro e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, l’accordo è un primo, importante passo, nella risoluzione di una complessa situazione di crisi occupazionale, derivata dal fallimento della storica Compagnia dei Lavoratori Portuali.
L’atto è stato sottoscritto dall'assessora del Lavoro, Virginia Mura, dal dirigente dell’ Agenzia Sarda per le Politiche Attive del lavoro Marcello Cadeddu, dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, Massimo Deiana e dal presidente del consiglio di amministrazione dell’Agenzia per il Lavoro Portuale della Sardegna srl, Francesco Stara, e dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali FILT CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI.
In base al protocollo di intesa l’Agenzia per il Lavoro Portuale della Sardegna srl manifesta l’intendimento di assumere a tempo indeterminato un primo contingente di lavoratori, al termine dell’attività formativa, e comunque entro il Primo aprile del 2019, secondo le indicazioni del Ministero dei Trasporti. Un maggiore numero di unità potrà essere assunto, a seguito di un successivo e specifico accordo con le organizzazioni sindacali.
L’elenco dei lavoratori già dipendenti della CLP, dichiaratisi disponibili a migliorare le proprie competenze, è allegato al protocollo. Per gli interessati è prevista l’immediata erogazione di voucher formativi a cura dell’ASPAL.
Data l’importanza dell’iniziativa, che favorisce il reimpiego dei lavoratori, l’assessora Mura “invita l’Agenzia per il Lavoro Portuale, una volta che l’attività sia giunta a regime ed al termine del periodo cosiddetto “sperimentale”, ove l’andamento delle operazioni portuali lo consenta, ed alla luce degli accordi sindacali che interverranno in merito, ad adeguare l’organico aziendale sino a giungere al totale reimpiego dei lavoratori ex CLP”.
“Oltre all’immediato intervento di erogazione dei voucher formativi funzionali all’assunzione”, sottolinea la titolare del Lavoro, “la Regione proseguirà nel 2019 ad erogare i bonus assunzionali del programma LavoRas, secondo le modalità previste da specifici, futuri avvisi”.
L’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna e le organizzazioni sindacali si impegnano a vigilare e promuovere l‘obiettivo della piena rioccupazione dei lavoratori attualmente in stato di disoccupazione.