Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Cinema, presidente Solinas: Sardegna set naturale per produzioni

La manifestazione, diretta da Tiziana Rocca, inizia oggi al Forte Village di Santa Margherita di Pula ed all’Uci Cinemas di Cagliari, per terminare domenica 16 giugno.
CAGLIARI, 13 GIUGNO 2019 - "La Sardegna vuole avere opportunità di mediazione culturale, non solo rispetto alle produzioni cinematografiche già esistenti, e si candida ad essere un set naturale ospitale per quanti vogliano fare cinema”. Lo ha detto il presidente della Regione, Christian Solinas, durante la presentazione a Villa Devoto della 2^ edizione di “Filming Italy Sardegna Festival”. La manifestazione, diretta da Tiziana Rocca, inizia oggi al Forte Village di Santa Margherita di Pula ed all’Uci Cinemas di Cagliari, per terminare domenica 16 giugno.

"Questa collaborazione si inserisce nel programma di promozione dell’immagine della Sardegna, al di là delle coste e del turismo di tipo balneare – ha aggiunto Solinas - Per superare la stagionalità turistica, vogliamo caratterizzarci come attrattore di manifestazioni che possano contribuire a far conoscere aspetti meno noti della nostra Isola. Al ‘Filming Italy’ saranno presenti, grazie alla collaborazione con il sottosegretario per le Attività culturali, Lucia Bergonzoni, anche i rappresentanti di alcune major cinematografiche americane, tra queste anche la Disney. Li accompagneremo a visitare i più significativi siti archeologici, luoghi simbolo della nostra terra, come la Reggia nuragica di Barumini ed il Museo di Cabras, dove sono custoditi i Giganti di Monte‘e Prama, con l’intento di far conoscere e veicolare la civiltà nuragica, ancora poco conosciuta nel Mondo: un unicum di questa isola al centro del Mediterraneo".

"Se i siti archeologici ed il ricco patrimonio materiale ed immateriale sardo avrà la fortuna di trovare una sua narrazione credo che l’immagine dell’Isola ed il turismo in generale possano trarne grandissimo beneficio per 365 giorni all’anno. Iniziative come queste vanno oltre il valore culturale e cinematografico, ma rappresentano una scelta strategica, valorizzando con decisione i punti di forza della Sardegna. Oltre le bellezze ambientali e paesaggistiche, occorre far scoprire le zone interne ricche di cultura e tradizioni, dall’enogastronomia all’artigianato artistico, fino al patrimonio archeologico", ha concluso il presidente Solinas.