Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Fondi Ue, Fasolino: pieno coinvolgimento parti sociali. Cogliamo volontà propositiva

"Cogliamo - prosegue l'Assessore - e apprezziamo la volontà propositiva e il contributo sostanziale di idee che hanno accompagnato la lettera inviata dalle parti sociali e siamo pronti ad entrare già nella fase operativa attraverso la Cabina di regia della programmazione unitaria coordinata dal Presidente Solinas, attivando un confronto a tutto campo non solo con riferimento alle risorse europee, ma, in un’ottica unitaria, anche per l’individuazione delle priorità della prima legge Finanziaria di questa Legislatura".
soldi
Cagliari, 17 settembre 2019 - "La partecipazione attiva delle parti sociali alle scelte riguardanti le risorse europee non solo è un’esigenza condivisa, ma corrisponde ad una precisa volontà della Giunta Solinas". Lo ha dichiarato l’assessore della Programmazione, Giuseppe Fasolino, in risposta alla lettera inviata dalla Confindustria e da Cgil, Cisl e Uil alla Giunta regionale.

"Cogliamo - prosegue l’Assessore - e apprezziamo la volontà propositiva e il contributo sostanziale di idee che hanno accompagnato la lettera inviata dalle parti sociali e siamo pronti ad entrare già nella fase operativa attraverso la Cabina di regia della programmazione unitaria coordinata dal Presidente Solinas, attivando un confronto a tutto campo non solo con riferimento alle risorse europee, ma, in un’ottica unitaria, anche per l’individuazione delle priorità della prima legge Finanziaria di questa Legislatura".

"Vogliamo iniziare con il piede giusto questo mandato - prosegue Fasolino - garantendo il pieno coinvolgimento delle forze sociali e dei territori nella redazione del Programma Regionale di Sviluppo, il documento che deve contenere i capisaldi della strategia di riforme e di sviluppo della Regione Sardegna, comprese le linee strategiche che devono informare la redazione dei Programmi operativi comunitari."

Secondo il titolare della Programmazione, "anche se i tempi connessi alla predisposizione da parte delle Istituzioni comunitarie della base normativa e procedimentale della programmazione comunitaria per il periodo 2021/2027 si prospettano non brevi, siamo perfettamente consapevoli che il successo della scelte politiche è direttamente proporzionale alla condivisione e alle coesione sociale che saremo capaci di costruire intorno ad esse, garantendo un approccio unitario e condiviso non solo rispetto alla definizione delle strategie regionali di fondo, ma assicurando il coinvolgimento diretto delle parti sociali alle singole grandi policy da implementare per affrontare i problemi della Sardegna".

"E questo - ha concluso Fasolino - per sostenere al meglio le sfide collettive che attendono le famiglie, le imprese, i territori della nostra Isola".