Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


I fondi per le strade, le ferrovie e i porti

La Regione ha firmato l'accordo preliminare con il Ministero delle Infrastrutture per il completamento delle strade, dei porti e delle ferrovie della Sardegna. Si risolve l'arretratezza storica della strada statale Sassari-Olbia, dell'Orientale sarda da San Priamo a Tertenia, si accorciano i tempi in treno da Cagliari a Sassari.
trasporti su strada
Cagliari, 1 febbraio 2007 – Mezzo miliardo per le strade e le linee ferroviarie della Sardegna. Ieri la Regione ha firmato con il Ministero delle Infrastrutture l'accordo preliminare per l'assegnazione delle risorse finanziarie legate al Quadro strategico nazionale 2007-2013, sostenuto da fondi dell'Unione Europea. L'accordo prevede 507, 88 milioni di euro destinati alle infrastrutture stradali e ferroviarie dell'isola, ai quali si aggiunge il finanziamento regionale di 764 milioni e un altro finanziamento dell'Anas.

I finanziamenti previsti dall'accordo firmato ieri a Roma, saranno distribuiti in questo modo: 120 milioni per l'adeguamento della Strada statale 131, destinati agli svincoli e alla messa in sicurezza dal chilometro 108 al chilometro 209; 50 milioni per il primo lotto della Strada statale 125, 100 milioni per il Porto Canale di Cagliari, 71 milioni per la variante ferroviaria di Bonorva-Torralba, 166, 88 milioni per quella di Campamela-Sassari.

A tali importi, va aggiunta la quota a carico della Regione per il Programma strategico regionale, per un totale di 764 milioni di euro, che riguarda le seguenti opere: 30 milioni per l'adeguamento e messa in sicurezza della Strada statale 554, 370 milioni per la Sassari-Olbia; 30 milioni per il bivio Villagrande-svincolo di Arzana sulla Strada statale 389; 35 milioni per l'interconnessione dell'asse mediano di scorrimento di Cagliari; 20 milioni per l'interconnessione della Strada statale 131 con le arterie confluenti nell'area urbana di Nuoro; 147 milioni per la metropolitana leggera nell'area di Cagliari; 36 milioni per i moli di Porto Torres; 76 milioni per la variante ferroviaria di Bauladu; 20 milioni per interventi sulla tratta ferroviaria Macomer-Nuoro

Le restanti priorità relative alla viabilità stradale in Sardegna troveranno riconoscimento nel programma Anas per gli anni 2007-2011, in fase di predisposizione d'intesa con la Regione.