Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Opere pubbliche, 10 milioni per realizzare le incompiute nel Nuorese

“La Regione si mostra attenta e vicina alle zone interne – spiega il Presidente della Regione Christian Solinas - Prestare attenzione alle esigenze delle Comunità e accompagnare il percorso di modernizzazione infrastrutturale dei territori serve per sostenere la ripresa in questo difficile momento, andando a incidere su fenomeni quali l’occupazione e lo spopolamento dei territori. Una Comunità proiettata sul futuro non può prescindere da infrastrutture e servizi moderni”.
Presidente Christian Solinas
Cagliari, 11 maggio 2020 - Sei milioni di euro a favore di 10 Comuni del nuorese per la realizzazione di opere incompiute e lavori di rigenerazione urbana, con evidenti riflessi per l’economia delle zone interne. Oltre a Nuoro, tra i nuovi Comuni beneficiari dei fondi figurano Siniscola, Bari Sardo, Gavoi, Oliena, Sindia, Orani, Lanusei, Gairo, Onanì. Si tratta di risorse finanziarie a valere sui fondi del mutuo infrastrutture (40 milioni di euro) rimodulati di recente dalla Giunta regionale dato che a causa dei ritardi accumulati nella realizzazione delle opere rischiavano di andare perduti. Le somme vanno ad aggiungersi ai fondi già messi a disposizione dei territori a settembre (4 milioni). L’importo complessivo delle opere finanziate nel nuorese (prima e seconda rimodulazione del Piano regionale delle Infrastrutture), che grazie all’impulso della Regione verranno portare a completa realizzazione, è quindi complessivamente pari a 10 milioni di euro.

“La Regione si mostra attenta e vicina alle zone interne – spiega il Presidente della Regione Christian Solinas - Prestare attenzione alle esigenze delle Comunità e accompagnare il percorso di modernizzazione infrastrutturale dei territori serve per sostenere la ripresa in questo difficile momento, andando a incidere su fenomeni quali l’occupazione e lo spopolamento dei territori. Una Comunità proiettata sul futuro non può prescindere da infrastrutture e servizi moderni”.

“Andiamo incontro alle esigenze dei territori riservando particolare attenzione a una zona della Sardegna che ne aveva urgente bisogno e che da tempo attendeva questa misura – prosegue l’Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia - Ai sopralluoghi nei diversi Comuni del nuorese e alle interlocuzioni con le Amministrazioni è seguita la verifica dei progetti da parte degli uffici su opere avviate ma non realizzate, che pur avendo impatto diretto nella vita dei cittadini rischiavano di rimanere ancora impantanate nelle maglie della burocrazia. Oggi – conclude l’esponente della Giunta Solinas - andiamo a finanziare una serie di interventi che altrimenti i Comuni, già impegnati a frenare l’impatto della crisi in corso nei bilanci comunali, non sarebbero riusciti a realizzare”.

Sul fronte della viabilità sono stati stanziati i fondi in favore del Comune di Siniscola per il completamento della strada di accesso al litorale urbano (1.350.000) e della Provincia di Nuoro per il completamento della Tangenziale Ovest e Nord-Ovest di Orosei (400mila euro). Opere ritenute strategiche per i territori, oltre che di forte impatto sul comparto turistico.

Numerosi anche gli interventi di rigenerazione urbana volti a risanare le infrastrutture comunali e le aree al servizio dei cittadini. Si tratta di opere incompiute o in corso di realizzazione, per le quali però mancavano le risorse e che ora i Comuni potranno realizzare, aprendo nuovi cantieri e mettendo in moto l’edilizia. È il caso di Bari Sardo, a cui sono stati destinati i fondi per la messa in sicurezza di un fabbricato storico (via Trento) e il completamento delle aree circostanti (800.000). Sempre grazie alla rimodulazione delle risorse del Piano Infrastrutture l’Amministrazione comunale di Gavoi potrà ora procedere con il completamento e la riqualificazione del campeggio comunale in località lago di Gusana (360.000); altra opera di interesse collettivo che verrà completata, stavolta a Oliena, è l’area campo del campo sportivo comunale (370.000); finanziato a Sindia l’adeguamento dell’immobile da destinare a sede della caserma dei carabinieri (100.000). Sempre di carattere edilizio è l’intervento finanziato a Orani per la messa in sicurezza dell'immobile di proprietà comunale denominata "Casa Meloni", 350.000. A Lanusei si potrà procedere con l’intervento di messa in sicurezza della sede della biblioteca comunale (lavori di somma urgenza, 135.000); a Gairo l’Amministrazione Comunale potrà avviare i lavori di messa in sicurezza dell’antico borgo ("Gairo Vecchio", 162.000).

Sul fronte dell’assetto idrogeologico e difesa del suolo sono stati destinati – oltre alle risorse al Comune di Nuoro per l’intervento di consolidamento e sistemazione dell’anfiteatro comunale "Fabrizio de Andrè'", 1.500.000 – i fondi in favore del Comune di Onanì per la ricostruzione e l’adeguamento dimensionale del sistema di raccolta e collettamento acque bianche (450.000).

Dei 4 milioni già destinati allo stesso territorio in settembre hanno invece beneficiato Tonara (200.000); Provincia di Nuoro (300.000 euro per la Strada Provinciale Irgoli-Capo Comino); Fonni (850.000 euro). Con la stessa fonte finanziaria (mutuo infrastrutture) è stato infine finanziato anche l’intervento da 2 milioni per la Diga di Maccheronis. La somma complessiva, tra prima e seconda rimodulazione, è quindi pari a 10 milioni di euro.