Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Opere emergenziali, 1 milione di euro per la prevenzione e il ripristino di infrastrutture danneggiate da calamità naturali

La misura segue la prima programmazione di giugno con cui erano stati finanziati alcuni interventi tesi sempre a fronteggiare situazioni di pericolo o deterioramento di infrastrutture.
Cagliari, 10 agosto 2020 – “Siamo impegnati nel lavoro di ricognizione dei territori per intervenire con misure di ripristino delle opere finalizzate alla messa in sicurezza. In quest’ottica abbiamo chiesto a Comuni ed Enti locali di segnalare le situazioni che necessitano di maggiore attenzione e tempestività perché solo con un coordinamento efficace tra Enti e Istituzioni è possibile tutelare le Comunità”. Così l’Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia a commento dello stanziamento da parte della Giunta regionale di 1 milione di euro per la prevenzione e il ripristino di opere pubbliche danneggiate a seguito di eccezionali avversità atmosferiche. La misura segue la prima programmazione di giugno con cui erano stati finanziati alcuni interventi tesi sempre a fronteggiare situazioni di pericolo o deterioramento di infrastrutture.
“Grazie a questa misura siamo in grado di garantire nuovi lavori per 1.195.000 euro. Ulteriori istanze da parte dei Comuni al momento esclusi – continua l’esponente della Giunta Solinas - potranno essere prese in considerazione con successive programmazioni a valere sulle risorse finanziarie ancora disponibili”.
Tra gli interventi oggetto della nuova programmazione figura il ripristino e la messa in sicurezza del tratto della strada provinciale n. 83 al Km 5+200”, tra Fontanamare e Nebida (€ 185.000); la messa in sicurezza (pericolo di caduta massi rilevato dai Vigili del fuoco del Comando Provinciale di Oristano) di un costone roccioso nel Comune di Aidomaggiore (€ 200.000); il ripristino dei danni causati dagli eventi meteorici di aprile e maggio nel Comune di Lodè (€ 300.000); la messa in sicurezza della scarpata di via Bellieni nel Comune di Teti (€ 100.000); gli interventi urgenti per il ripristino di una scarpata crollata, della viabilità comunale e di un collettore fognario nel Comune di Cuglieri (€ 110.000); il rifacimento di un muro di sostegno nel Comune di Bonorva (€ 300.000).