Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Alla Regione le competenze per il trasporto pubblico locale

La Giunta ha affidato all'Arst il compito di redigere il piano industriale della futura azienda unica di trasporto. Ora si esprimeranno il Consiglio regionale e il Governo, poi sarà possibile creare un'unica azienda di trasporto che metta insieme Fds, Fms e Arst.
Corriera Arst
CAGLIARI, 11 LUGLIO 2007 - Il trasferimento di competenze dallo Stato alla Regione nella gestione del sistema di trasporto pubblico locale ha ottenuto il via libera anche dalla Giunta. Dopo il sì della Commissione paritetica Stato-Regione al regolamento attuativo che sancirà il passaggio di consegne in materia di programmazione della mobilità isolana, una delibera dell'esecutivo regionale affida all'Arst il compito di redigere la bozza del piano industriale della futura azienda unica di trasporto.

Nel frattempo il testo del regolamento dovrà essere approvato dal Consiglio regionale e dal Governo nazionale, prima di essere pubblicato come decreto nella Gazzetta ufficiale.

Alla Regione saranno trasferiti beni, materiale rotabile, impianti e tutti i compiti di programmazione e amministrazione delle Gestioni governative Ferrovie della Sardegna e Ferrovie meridionali sarde. Inoltre la Regione subentrerà allo Stato nel contratto di servizio con Trenitalia, che regola la gestione dei servizi di trasporto effettuati dalle Ferrovie dello Stato. "Sarà possibile definire quantità e qualità dei servizi ferroviari regionali", ha detto l'Assessore dei Trasporti Sandro Broccia. In concreto significa decidere autonomamente orari, frequenze e tipologia di treni.

Per il triennio 2007-2009 gli oneri di gestione dei servizi rimangono a carico dello Stato. Dopo quella data si procederà al trasferimento delle risorse all'amministrazione regionale, secondo i termini fissati negli accordi Stato-Regione sulle entrate.

"Per l'isola è il raggiungimento di un traguardo storico: si sta arrivando all'obiettivo con un ritardo di nove anni, dopo l'immobilismo delle giunte di centrodestra e il muro di gomma del Governo Berlusconi", commenta Broccia.

"Il trasferimento di Fms e Fds e del contratto di servizio con Trenitalia – conclude l'Assessore – consentirà finalmente alla Regione di governare direttamente il trasporto pubblico isolano e di portare a compimento la riforma prevista dalla legge regionale n. 21". Passaggio fondamentale prima della creazione di un'unica società di trasporto regionale, che nascerà dalla fusione tra l'Arst e le due ex concesse governative.


Consulta la delibera