Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


L'Arst garantirà il trasporto pubblico urbano a Oristano

Entro l'anno la Regione metterà a disposizione del Comune nuovi automezzi: l'Arst parteciperà alla nuova gara d'appalto. L'assessore regionale dei Trasporti stigmatizza le ultime assunzioni fatte dalla locale società di trasporti, contribuendo a peggiorare un bilancio già in rosso.
Pulman Arst
CAGLIARI, 3 APRILE 2008 - L'intervento dell'Arst, l'Azienda regionale dei trasporti, garantirà la prosecuzione del servizio di trasporto pubblico urbano e soprattutto la riassunzione dei 35 dipendenti licenziati lo scorso 31 marzo dalla società che gestiva il trasporto urbano ad Oristano. Lo ha sottolineato l'assessore regionale dei Trasporti, Sandro Broccia, nel corso di un incontro con i lavoratori collocati attualmente in lista di mobilità.

Broccia ha ricordato che il Comune di Oristano ha rischiato seriamente di perdere il servizio per non aver vigilato e garantito un adeguato controllo sulla società che ha gestito il servizio del trasporto urbano per diversi anni e che, improvvisamente, ha sospeso l'appalto prima della sua scadenza.

L'assessore Broccia è andato giù pesante sulla vicenda: oltre ad avere ricordato che il servizio di trasporto non ha mai funzionato, ha pure sottolineato l'anomala assunzione di 10 dipendenti nell'ultimo anno. "Non riesco a capire come sia potuto accadere questo, se il Comune nel 2005 svolgeva con il servizio di trasporto urbano lo stesso servizio che fa oggi. Mi devono spiegare perché, nell'ultimo anno, la società di gestione ha assunto questi autisti. In questo caso l'amministrazione non ha vigilato e il Comune ha lasciato fare, non esercitando alcun controllo. Così ha caricato sulla società e sulle spalle dell'amministrazione comunale di Oristano ulteriore personale che ha contribuito a mandare in dissesto la stessa società, già gravata da costi di esercizio fuori controllo".

Il Comune si è trovato con l'acqua alla gola ed ha chiesto allora l'intervento della Regione. "Ci hanno coinvolto quando il malato era in fase terminale - ha aggiunto -. E l'Arst, dopo aver partecipato al bando di affidamento temporaneo del servizio, si è ora fatta carico, con una trattativa privata, di rilevare il servizio di trasporto urbano e di assorbire i lavoratori licenziati".

L'assessore Broccia ha infine annunciato che entro l'anno metterà a disposizione del Comune di Oristano nuovi automezzi e che l'Arst parteciperà alla nuova gara d'appalto indetta dal Comune di Oristano.