Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sistemi informativi

  • Innovazione e Start up, Pigliaru "La Regione pronta a fare la sua parte per attirare investitori"

    "Abbiamo il 2,9% delle start up - ha detto Pigliaru - vuol dire che siamo bravi, ma non abbastanza. Dobbiamo crescere ancora e ognuno deve fare la sua parte. Per fare nuove imprese innovative ci vogliono soldi: abbiamo giovani brillanti, che devono essere formati e preparati dall'Università, ma che poi non hanno un sistema bancario che li sostiene. Occorrono capitali, investitori che puntino su questi ragazzi. E allora anche la Regione vuole fare la sua parte: per ogni milione messo da un venture capital noi raddoppiamo".
  • Hackerdomo: premiati progetti innovativi

    Rivolta a studenti e aperta anche ai maggiorenni, l'hackathon ha coinvolto per tutta la giornata giovani e giovanissimi, alle prese con i principali linguaggi di programmazione. Il compito affidato loro era quello di programmare sistemi informatici per rendere più facile e divertente l’apprendimento.
  • Tutela dei diritti digitali, Demuro interviene a convegno "E PRIVACY"

    Demuro è intervenuto al convegno "E privacy" organizzato a Cagliari da Progetto Winston Smith, dal centro Hermes per le libertà digitali e dal circolo dei Giuristi Telematici. "Un'amministrazione pubblica deve avere la capacità di far crescere la consapevolezza dei cittadini sui temi della privacy e dei diritti della persona che interagisce con il mondo digitale", ha detto l'assessore degli Affari generali.
  • Lavoro, Internet of Things: master di alta specializzazione informatica

    Il Master di I livello, promosso dall'assessorato del Lavoro, tramite l'Agenzia regionale del lavoro, e realizzato in collaborazione con l'Università di Cagliari, la Provincia di Cagliari, il CRS4 e la società A-Key, vuole esplorare un campo della tecnologia in forte ascesa, e dalle ampie potenzialità nel mercato delle ICT in Sardegna.
  • La memoria della Sardegna in rete: chiusa la tre giorni sulla valorizzazione del patrimonio digitale

    In queste giornate è stato avviato un ampio confronto tra specialisti, personale regionale e cittadini, in particolare sui temi di un potenziamento e di una evoluzione della Digital Library e della sua interazione con l'Archivio Storico della Regione Sardegna, consultabile nel sito della Regione, del riuso dei dati e della reingegnerizzazione del sistema dei portali regionali, soprattutto con l'intento di rendere i contenuti e i servizi sempre più facilmente fruibili dalla collettività.
  • Patrimonio digitale, la memoria della Sardegna in rete: domani la giornata conclusiva

    Domani al Terminal del Molo Ichnusa di Cagliari, giornata conclusiva dell'evento "La memoria della Sardegna in Rete - La conoscenza digitale: politiche di gestione, comunicazione e conservazione", la tre giorni organizzata dalla Direzione generale per la Comunicazione della Regione per un confronto sui temi della Digital Library, dell'Archivio storico virtuale e del sistema integrato dei portali della Regione Sardegna.
  • A giugno, a Cagliari, l'evento "La memoria della Sardegna in Rete"

    Il confronto proseguirà con l’evento di giugno al quale parteciperanno, tra gli altri, Stefano Vitali, Direttore dell’Archivio di Stato di Torino, Alessandro Lovari, Università di Sassari, Paul Gabriele Weston, Università di Pavia, Carlo Meghini, CNR, Mariella Guercio, Università della Sapienza Roma. Novità rilevante delle giornate del 22-23-24 sarà proprio l’apertura della fase di consultazione con il pubblico: chiunque potrà iscriversi, inviare il proprio contributo, e intervenire al dibattito, compilando la scheda di adesione allegata.
71-80 di 204