Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Asl e ospedali

  • Sanità, approvata la proposta di Asl unica. Pigliaru: scelta coraggiosa per una sanità migliore

    Così il Presidente della Regione, Francesco Pigliaru, spiega la scelta dell’Azienda sanitaria unica regionale (Asur) portata in Consiglio regionale dalla Giunta, d’intesa con la maggioranza di centrosinistra, e approvata dall’Aula. Pigliaru ha parlato di “scelta coraggiosa e forte, indispensabile di fronte alla drammatica situazione dei conti. Stiamo chiedendo a una parte dei nostri cittadini un sacrificio temporaneo e, al contempo, vogliamo dare il segnale che si può e si deve cambiare. Lo facciamo con la Asl unica, lo facciamo con le azioni del Piano di rientro, sulle quali renderemo conto ai Sardi passo dopo passo".
  • Il video dell'intervento dell'assessore Arru

    Sulla riforma della rete ospedaliera si è soffermato l'assessore Arru, spiegando che una riorganizzazione mancava dall’ultimo Piano sanitario del 2006. "Quella di luglio è una delibera di approvazione preliminare, che abbiamo aperto al dibattito pubblico. Abbiamo raccolto, in giro per tutti i territori, più di quaranta osservazioni e valuteremo quante possono essere in linea con la struttura generale della riforma".
  • Sanità, Arru a Tempio rassicura i sindaci sui servizi per l'alta Gallura

    "E' necessario entrare in un'ottica di sistema di garanzie e riassegnare all'ospedale il suo originario ruolo, quello delle acuzie. Le reali emergenze, però, ora, sono le patologie tempo dipendenti, come le patologie cardiologiche per le quali è necessario un fare un discorso di reti. Per questo dobbiamo fare scelte di garanzie per le zone decentrate, bilanciando le decisioni in termini di sicurezza e qualità dei servizi". Così ha detto l'assessore Arru ai sindaci della Gallura.
  • Sanità, Arru a sindaci dell'area di Cagliari:"Non si cambia senza nuovo sistema di emergenza"

    L'assessore regionale della Sanità, Luigi Arru, nell'incontro con la Conferenza dei sindaci della ASL 8, convocata nella sede di via Piero della Francesca dal sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, ha illustrato rapidamente la riforma della rete ospedaliera e ha puntato l'attenzione sull'area di Cagliari:"La realtà della zona di Cagliari e' consolidata e centri come Oncologico, Brotzu, Microcitemico, sono già riferimenti regionali"
  • Sanità: Arru a Muravera "Migliorare l'assistenza non significa tagliare"

    Sul San Marcellino, l'assessore ha detto di averlo trovato "strutturalmente uno dei migliori della Sardegna. Ma vanno analizzati i contenuti. Vi chiedo di ragionare sul metodo, sugli indicatori di sicurezza e qualità della prestazione: dichiarare il San Marcellino ospedale di zona disagiata e metterlo finalmente in rete, è garanzia per tutti, pazienti e operatori".
  • Arru a Sassari :"Per la sanità del territorio stesso riconoscimento di quella di Cagliari. Lavoriamo per recuperare risorse importanti"

    Passando rapidamente in rassegna i punti contenuti in un documento presentato dai Sindaci del Distretto, l'assessore ha affermato che "l'hub di Sassari avrà il suo polo pediatrico, con 43 posti tra Sassari e il Presidio ospedaliero di Alghero e Ozieri. Per quanto riguarda la radioterapia, nessuno ha mai parlato di toglierla a Sassari, che lavorerà in rete con il Businco di Cagliari. Quest'ultimo è ormai consolidato come centro regionale di riferimento anche per l’oncoematologia, essendo quello più vicino ai parametri nazionali sui bacini".
71-80 di 403