Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano sanitario regionale

  • Sanità, Arru: programma nazionale esiti conferma necessità di cambiare la rete ospedaliera

    Il Programma nazionale esiti è sviluppato da Agenas per conto del Ministero della Salute e fornisce a livello nazionale valutazioni comparative di efficacia, sicurezza, efficienza e qualità delle cure prodotte nell’ambito del servizio sanitario. Gli ambiti di valutazione sono, per quanto riguarda la funzione di produzione, le singole aziende ospedaliere/stabilimenti ospedalieri e, per quanto riguarda la funzione di tutela o committenza, le aziende sanitarie locali/province.
  • Sanità, Assessorato assicura: situazione scorte di sangue di nuovo nella norma

    La Sardegna non ha avuto un calo di donazioni – precisa ancora l’Assessorato – ma ha risentito delle crisi che si sono verificate in altre regioni, dalle quali la nostra regione si approvvigiona. Ora la situazione critica sul piano nazionale (legata al freddo e al picco influenzale) si sta risolvendo e, di conseguenza, anche quella sarda è rientrata nella norma.
  • Malattie rare, dalla Giunta risorse per prestazioni aggiuntive

    "Con 100 mila euro verranno garantite prestazioni aggiuntive – spiega l’assessore - quali apparecchi ortognatodontici per gravi malformazioni maxillo-facciali in paziente affetti, ad esempio, la Labiopalatoschisi e la Sindrome di Marfan; creme per il trattamento di gravi patologie rare della pelle di efficace supporto alla terapia farmacologica; calze elastiche per pazienti affetti, per esempio, da Sindrome di Klippel-Trenaunay. Il programma sperimentale è servito, soprattutto per i bambini, e abbiamo ritenuto opportuno proseguirne l’attuazione, d’intesa con il Centro di riferimento del Microcitemico".
  • ATS. Pigliaru: "È inizio di un percorso che ci darà sanità migliore"

    "Ringrazio la nostra maggioranza per aver accettato la coraggiosa sfida di riformare la sanità per dare un servizio migliore ai nostri cittadini, e per averla fatta propria. E’ l’inizio di un percorso - ha concluso - che ci darà una sanità migliore. E’ un ottimo inizio". Così il presidente Pigliaru all'uscita dal Consiglio regionale dopo il voto che ha fatto nascere l'Azienda per la tutela della salute (Ats).
  • Sanità, Giunta sblocca fondi per leggi di settore

    "In attesa che si concluda il processo di revisione della normativa sugli interventi della non autosufficienza, con l’introduzione dell'ISEE e la ridefinizione delle provvidenze e dei rimborsi spese - ha premesso Arru - si deve dare continuità all’applicazione della normativa vigente: per il 2016 abbiamo a disposizione 40 milioni, tre dei quali per le provvidenze a favore di persone con particolari patologie. Queste risorse vengono assegnate ai Comuni e una parte alle Asl per il trasporto dei disabili".
21-30 di 207