Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano sanitario regionale

  • Risanamento sanità, Paci: Irpef e Irap scelta sofferta ma necessaria, sacrificio a tempo solo per i più abbienti

    "Stiamo chiedendo un sacrificio ai cittadini più abbienti e tutelando le fasce più deboli. Ma è un sacrificio a tempo, una tassa di scopo finalizzata solo ed esclusivamente a risanare le casse della Sanità alla quale dobbiamo destinare 350 milioni in più rispetto all'anno scorso per risanare il grande disavanzo generato dalla gestione della precedente legislatura e dovrà provvedere anche a nuovi extra Lea e farmaci innovativi. Per questo credo sia necessario aprire in tempi brevi una nuova vertenza con lo Stato per il riconoscimento delle nostre nuove funzioni chiedendo la riduzione proporzionale degli accantonamenti".
  • Sanità, presentata la nuova rete territoriale. Arru: l'assistenza cambia e si integra

    "Partendo dall’analisi che ha portato alla riforma della rete ospedaliera - spiega l’assessore regionale della Sanità, Luigi Arru - la rete territoriale vuole dare risposta ai alla pazienti cronici, quelli che ora, troppo spesso, vengono inappropriatamente ricoverati. Il nostro principale obiettivo strategico è mantenere le persone in condizione di benessere quanto più possibile, senza sprechi, con efficienza e con percorsi di cura e assistenza il più vicino possibile a dove le persone vivono e in maniera coordinata, non frammentaria. Con questo modello, l’assistenza territoriale viene garantita per tutto l’arco della giornata e per tutti i giorni della settimana, con percorsi assistenziali condivisi, il dialogo e la collaborazione tra gli operatori della medicina convenzionata e i colleghi dei servizi distrettuali e ospedalieri.
  • Sanità, lunedì a Ghilarza si parla di Plus con assessori Erriu e Arru

    Interverrà l'assessore regionale degli Enti Locali, Cristiano Erriu, che illustrerà la riforma delle autonomie locali e le ripercussioni sulla riorganizzazione dei servizi sul territorio. Chiuderà i lavori l'assessore regionale della Sanità, Luigi Arru, che parlerà della futura programmazione socio-sanitaria della Regione.
  • Come cambia la sanità in Sardegna: mercoledì a Cagliari conferenza regionale

    Ad aprire i lavori saranno il Sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, e il Presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau. Inizieranno poi gli interventi dei relatori: l'assessore regionale della Sanità, Luigi Arru, illustrerà "La rete ospedaliera nella riforma sanitaria", a seguire il Direttore generale dell'assessorato della Sanità, Giuseppe Sechi, introdurrà la Rete territoriale.
  • Sanità, Arru "La Regione lavora per una spesa appropriata"

    Davanti alla platea dei medici di medicina generale di tutta Italia, riuniti a Chia Laguna per il Congresso nazionale della Fimmg, l'assessore regionale della Sanità, Luigi Arru, ha fatto un passaggio sulla situazione dei conti della sanità sarda. "Siamo capitati nel peggiore periodo per l'economia della Sardegna - ha detto l'assessore - Faccio fatica a spiegare l'importanza della riforma della rete ospedaliera che stiamo portando avanti e che ci consentirà di recuperare 250 milioni fermi a Roma".
  • Alta tecnologia, Regione e Inpeco verso un protocollo d'intesa. Il vicepresidente Paci visita lo stabilimento di Torino

    All'ospedale Brotzu di Cagliari è operativo il primo e unico macchinario al mondo prodotto da Inpeco per l’integrazione della posta pneumatica nel sistema di automazione, consentendo in tal modo di trasferire e processare le provette contenenti fluidi biologici - sangue, urine, etc. - dai reparti ospedalieri al laboratorio centrale senza intervento umano. Obiettivi del protocollo che si va definendo con la Regione sono garantire un servizio esclusivo ai cittadini sardi migliorandone la qualità della vita, favorire nuova occupazione sul territorio e attrarre nuovi investitori dall'estero.
  • Approvate le linee di indirizzo regionali sulla gestione del rischio clinico. Arru lavoriamo per garantire sicurezza a pazienti e operatori

    Le linee di indirizzo regionali varate dall'Esecutivo sono immediatamente operative e prevedono l'individuazione di professionisti adeguatamente formati, i risk manager, sia a livello aziendale sia negli ospedali e nei singoli reparti; la condivisione di procedure e percorsi con i pazienti riguardo a tutte le prestazioni loro erogate, con un coinvolgimento ancora maggiore rispetto all'attuale.
51-60 di 211