Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Servizi sociali e assistenziali

  • Por Fse 2014-2020, riunione del tavolo parternariale per focus su azioni a favore di categorie svantaggiate

    "Si è trattato di una piccola innovazione metodologica", dice l'assessore Mura. "È la prima volta, infatti, che il Tavolo Partenariale viene attivato su una specifica misura, alla quale teniamo molto e su cui abbiamo invitato i partecipanti al Tavolo a mandarci, entro il 20 ottobre, proposte scritte che potranno anche prevedere la riprogrammazione di azioni già deliberate. Gli interventi a favore dell’inclusione dei disabili - conclude la titolare del Lavoro - potranno inoltre giovarsi dell’integrazione con le azioni programmate attraverso il Fondo per le disabilità".
  • Immigrazione, Regione per accoglienza diffusa in accordo con i Comuni. Soddisfazione per basso indice reati

    "Riteniamo che la migliore gestione dei flussi possa avvenire con la collaborazione di tutto il territorio regionale grazie ad una accoglienza diffusa, per piccoli gruppi, le cui modalità vengano preventivamente concordate con i rappresentanti delle amministrazioni comunali, e per questo stiamo lavorando" ha affermato Spanu accogliendo comunque l’invito della Prefetta e del Questore a valutare l’apertura di centri governativi per adulti e per minori stranieri attraverso i quali far fronte non solo alle esigenze di ospitalità ma anche alle esigenze legate alle procedure di rimpatrio.
  • Migranti, Quaquero: bene posizione Anci, Sardegna in linea su micro accoglienza diffusa

    "Noi la chiamiamo micro accoglienza diffusa, ed è già da tempo l'idea su cui abbiamo impostato la strategia regionale, in accordo anche con l'Anci regionale - prosegue Quaquero -. I comuni devono essere i protagonisti dell'accoglienza, in base alla sensibilità delle comunità e alle possibilità che concretamente esistono per organizzare al meglio la seconda accoglienza".
  • Reis, Arru: Puntiamo sul welfare generativo

    "I piani personalizzati per la legge 162, ad esempio - ha detto Arru - sono rivolti, per i due terzi, a persone ultrasessantacinquenni e con basso ISEE. Ciò significa che, di fatto, si tratta già di un intervento che serve per persone in difficoltà economica. Ed è dimostrato che chi più è povero, più si ammala".
  • Violenza sulle donne, giovedì a Cagliari tavolo di confronto tra istituzioni promosso dalla Commissione regionale pari opportunità

    La Commissione Regionale per la realizzazione della parità tra uomini e donne, in ragione del preoccupante numero degli atti di violenza perpetrati nei confronti delle donne, consapevole dell'importanza di politiche globali e coordinate tra le Istituzioni e coloro che operano a vario titolo nel territorio, ha promosso un tavolo di confronto a livello regionale sul tema "violenza sulle donne in Sardegna".
  • Archivio digitale, partito progetto di reinserimento di dieci detenuti

    “E’ importante che questa iniziativa di reinserimento avvenga nella Pubblica Amministrazione – ha sottolineato l’assessore degli Enti Locali, Cristiano Erriu -. Nello stesso tempo viene portata avanti un’azione di recupero della memoria storica e culturale della documentazione della Regione”.
    “L’obiettivo delle Politiche sociali e di interventi come questo – ha detto l’assessore della Sanità, Luigi Arru – è quello di recuperare le persone che si sono trovate in difficoltà e hanno sbagliato. Lavoriamo per l’inclusione attiva dei detenuti e perché, una volta scontata la pena e rimessi in libertà, non tornino in carcere”.
71-80 di 494