Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Trasporti su strada

  • Un'unica azienda per la gestione del trasporto pubblico locale

    Il primo tassello della riforma del trasporto pubblico sardo sarà la creazione di un'unica società di gestione, che dovrà aprirsi al mercato e partecipare a una gara internazionale. Alla Regione, con il trasferimento di competenze dallo Stato, anche la gestione delle ferrovie statali e i collegamenti navali con le isole minori.
  • Alla Regione le competenze per il trasporto pubblico locale

    La Giunta ha affidato all'Arst il compito di redigere il piano industriale della futura azienda unica di trasporto. Ora si esprimeranno il Consiglio regionale e il Governo, poi sarà possibile creare un'unica azienda di trasporto che metta insieme Fds, Fms e Arst.
  • Trasporto locale, via libera al trasferimento di competenze dallo Stato alla Regione

    La Commissione paritetica Stato-Regione, presieduta dall'ex presidente della Corte costituzionale Valerio Onida, ha espresso parere positivo sul regolamento attuativo che sancisce il trasferimento di competenze dallo Stato alla Regione nella gestione del sistema di trasporto pubblico locale. Ora si esprimeranno il Consiglio regionale e il Governo, poi sarà possibile creare un'unica azienda di trasporto che metta insieme Fds, Fms e Arst.
  • Il Presidente Soru: in arrivo i nuovi pullman del trasporto pubblico locale

    Entro il mese di luglio i primi cento nuovi pullman ed entro due anni ne saranno sostituiti oltre trecento. La Regione vuole inoltre investire per la rimessa in pristino del trasporto ferroviario. "Si sta ultimando la stazione di Cagliari delle Ferrovie della Sardegna - ha detto il Presidente - che arriva a Monserrato e vogliamo che arrivi fino ad Isili".
  • Sassari, 23 milioni per il Centro intermodale passeggeri

    E' stato pubblicato il bando di gara per la realizzazione del nuovo centro, che sarà finanziato con fondi del Por Sardegna 2000-2006: saranno erogati all'Azienda regionale sarda trasporti, alla quale è stato assegnato dalla Regione il ruolo di stazione appaltante. L'intervento riguarda un'area di 8.334 metri quadri nel centro storico di Sassari.
  • Da luglio percorribile tutta la S.S. 131 camionabile

    Quattrocentomila euro per la manutenzione straordinaria del tratto che conduce a Porto Torres, chiuso al traffico da vent'anni. In autunno partiranno i lavori in prossimità dello svincolo al km 209,400: saranno costruite due nuove corsie di accelerazione e decelerazione, più due corsie nei due sensi di marcia.
  • Proseguono gli incontri per il Piano dei servizi minimi

    Sarà garantito il pendolarismo con uno studio dei flussi. Oggi l'assessore regionale dei Trasporti, Sandro Broccia, ha discusso dei particolari del piano di bacino con i rappresentanti della Provincia di Nuoro. Sinora hanno firmato le convenzioni con la Regione le Province del Medio Campidano e Carbonia-Iglesias.
  • I fondi per le strade, le ferrovie e i porti

    La Regione ha firmato l'accordo preliminare con il Ministero delle Infrastrutture per il completamento delle strade, dei porti e delle ferrovie della Sardegna. Si risolve l'arretratezza storica della strada statale Sassari-Olbia, dell'Orientale sarda da San Priamo a Tertenia, si accorciano i tempi in treno da Cagliari a Sassari.
  • Prima la ferrovia, poi i mezzi pubblici in città

    "Dal nostro punto di vista è andato piuttosto bene. E’ stato un incontro utile, cordiale, ci ha permesso di discutere i grandi temi delle infrastrutture strategiche per la nostra Regione". Così il presidente Renato Soru ha iniziato la conferenza stampa in compagnia dell'assessore dei Lavori Pubblici Carlo Mannoni sul tema della mobilità e della viabilità in Sardegna che era stato oggetto di un incontro con il ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi nella sera di giovedì 10 marzo 2005.
  • Razionalizzare il trasporto pubblico locale.

    In una conferenza stampa del 1 marzo 2005, l’assessore dei Trasporti illustra gli interventi della Giunta per rimettere in carreggiata un settore "non governato da almeno dieci anni". Una regione arretrata, in cui muoversi è un problema.
81-90 di 93