Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano di conservazione

Una delle attività peculiari degli archivi di deposito consiste nella selezione o scarto d'archivio. Le operazioni di scarto devono svolgersi periodicamente e basarsi, quando esistente, sul massimario di selezione, cioè sull’elenco, coordinato con il titolario di classificazione, dei documenti prodotti e del rispettivo tempo di conservazione.

L’art. 68 del d.p.r. 445/2000 prevede che le pubbliche amministrazioni elaborino un piano di conservazione degli archivi, integrato con il sistema di classificazione, per la definizione dei criteri di organizzazione dell’archivio, di selezione periodica e di conservazione permanente dei documenti, nel rispetto delle vigenti disposizioni contenute in materia di tutela dei beni culturali e successive modificazioni ed integrazioni.

Il gruppo di lavoro nazionale sugli archivi delle Regioni – istituito dal Ministero per i beni e le attività culturali nel 2002 -, dopo aver elaborato i modelli di titolario di classificazione per i documenti delle Giunte e dei Consigli regionali, ha ritenuto necessario, partendo da questi modelli, proseguire nell’elaborazione di un modello di massimario di selezione per le Giunte e di un piano di conservazione dei Consigli. I modelli, che poi ciascuna Regione aderente svilupperà e adatterà alla propria specificità, sono stati presentati nel 2007.


Modello di massimario di selezione delle Giunte regionali e Piano di conservazione dei Consigli regionali